Lo sport

Buongiorno,
nello sport succede , forse di più,tutto quello che succede negli altri campi della vita. Le prepotenze e i soprusi sono all’ordine del giorno. Ma è possibile che una o poche persone possano stabilire regole universali in tutti gli sport che nascondono dietro i propri interessi a scapito di quelli di tutti? Un esempio è il calcio, il presidente della FIFA può decidere se mettere la moviola in campo o no? Sappiamo tutti il perchè, a scapito di chi vuole più giustizia e che i risultati delle partite siano veritieri.Come il non mettere i sensori sui pali delle porte, cosi’continuiamo a vedere parate dentro un metro dalla linea e nessuno che fischi il gol. In altri sport ci sono altre incongruenze tipo il doping. E’ possibile che ci sia chi vince svariati Tour de France dopato e dopo anni vien fuori la verità? E’una presa in giro per i tifosi. Nell’atletica è uguale, vincono olimpiadi e campionati e poi si scopre l’inganno. Gli interessi individuali e di società prevalgono sulla buona fede dei tifosi. E via con mille esempi.Anche in questo settore, come nella politica, i tifosi, che sono milioni e che hanno il coltello dalla parte del manico per decidere  sono in coma, sono pecoroni. La loro presenza alle gare è indice di sopravvivenza delle gare stesse e delle società,senza di loro tutto si fermerebbe,con la perdita di milioni di profitti. L’esempio più eclatante è la Formula Uno, un tizio può decidere se a Monza, il secondo circuito più vecchio al mondo, se non il più bello debba chiudere perchè lui decide così? Bene se i pecoroni si svegliassero, e non darebbero la loro presenza, lui che farebbe? Tutto questo per dire che tutta questa gente deve tener conto anche delle volontà dei tifosi,in tutti gli sport,basta organizzarsi.
NON SIATE PIU’ PECORONI !!!

Avete un’opinione a riguardo? Che ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

5 commenti su “Lo sport”

  1. Lo sport non è diverso dagl’altri “mondi” della vita.Il Milan ha battuto l’Alessandria per 5-0 ma questo non lo rende più forte di prima così come peggiore di prima.Gli accadimenti,nello sport come nel vivere quotidiano,sono influenzati da diverse variabili: non ci siamo preparati come avremmo dovuto,l’allenatore non ha messo in campo la squadra migliore per contrastare l’avversario,noi stessi sul campo non credevamo nella possibilità di giocarcela e siamo stati sconfitti dalla nostra testa ancorchè dalla qualità degl’avversari. Oppure,più semplicemente,la partita è stata “comprata”, in modo diverso ma con lo stesso fine ultimo,di chi “compra ” senatori o deputati per rendere più forte quella “squadra” /governo che altrimenti scivolerebbe inesorabilmente verso la serie B delparlamento,la sfiducia del parlamento al momento della conta. Il Milan ha stra-vinto contro l’Alessandria ma,come anche il governo,sta giocando “pulito” ?

  2. Da Il quotidiano online Il Dubbio:
    “La carovana azzurra, capeggiata dalla portabandiera Federica Pellegrini, conta 308 atleti, che potrebbero però essere uno in più a Olimpiadi già iniziate. L’otto agosto è infatti una data segnata in rosso nel calendario di Alex Schwazer, marciatore altoatesino. Il Tas, a Rio de Janeiro, deciderà infatti se questo atleta potrà prendere parte alla gara per la quale si sta preparando ormai da anni, la 50 chilometri. Che per lui, probabilmente, è anche più di una marcia: è l’occasione per riscattarsi, di cancellare un passato macchiato dal doping, la chance per dimostrare – superati i trent’anni – di essere il più forte. Senza l’aiuto di alcuna sostanza.”
    Alex Schwazer ha sicuramente sbagliato in passato e giustamente ha pagato, ma quanto è avvenuto attorno a lui sul controllo doping ,cosi come l’ipocrisia dei compagni della nazionale,nasconde interessi nascosti ,incoffessabili, che portano questi presunti atleti a doparsi così come a fare la parte dei verginelli che non sono. Lo sport DEVE necessariamente essere pulito ma non lo sarà mai sino a quando vi saranno “dilettanti” pagati milioni di euro dai sponsor.

  3. Dopo il marciatore altoatesino Alex Schwazer passiamo a quello della “fabbrica Usa”,dove come in atre nazioni il “campione” viene costruito in laboratorio,alla faccia dello spirito olimpico.Sul settimanale Panorama n. 39 di questa settimana un’articolo illuminante: “FancyBears,il gruppodi hackers,probabilmente russi,che ha svelato il sistema grazie al qualegli atleti si dopano “legalmente”,ha colpito uno dei nervi più scoperti degli americani:lo sport.” E poi prosegue :”Ora si scopre ,grazie ai pirati informatici,che tanti campioni Usa avrebbero assunto sostanze illecite grazie a certificati medici.Si chiama ‘esenzione per uso terapeutico’ . Basta presentare ricette che legittimano l’uso di sostanze proibite per scampare alla WADA,l’agenzia mondiale antidoping. E poi prosegue venendo al nocciolo della questione :” La percentuale di asmatici è troppo alta spiegaSandro Donati,esperto antidoping.Ed ora veniamo ai nomi:”Ci sono campioni come Serenae Venus Williams,con il collega Rafael Nadal. E poi la ginnasta Simone Biles,4 ori a Rio 2016,e Mo Farah,campione olimpico sui 5 e 10 mila metri.” E’ evidente la diversa sensibilità delle federazioni nazioni,e degli atleti di queste,come nei rapporti più o meno sodali tra loro.Probabilmente Alex Schwazer è stato fatto fuori più da gelosie interne tra atleti e preparatori che per vero doping.Alex Schwazer sapeva di essere controllato,cosi come il suo staff,è da stupido rubare quando sei seguito e controllato,ma ancor più stupido non comprendere che per certe nazioni,come gli USA ogni medaglia è una guerra vinta.E’una questione Politica.

  4. Poco fa la Pellegrini ha conquistato l’oro nei 200 metri al Soltanto in politica ai vertici abbiamo brocchi se non dopati.

  5. Lo sport rispecchia la nostra società dove oramai impera la bugia,la scorciatoia,il massimo guadagno con il minimo sforzo anche morale. E nessun settore,meno che mai la politica o la pubblica amministrazione, sembra esserne immune. Da Il Giornale di stamattina:” Ciclismo, Chris Froome positivo alla Vuelta 2017.Il vincitore di quattro Tour de France sarebbe stato trovato positivo al doping durante la corsa spagnola.”
    SUDARE,LOTTARE IMPRECANDO MA SEMPRE NEL RISPETTO DELLA FATICA ALTRUI,DI QUESTO NON SIAMO PIU’ CAPACI. LA SCORCIATOIA APPARE SEMPRE PIU’ LA SCELTA MIGLIORE PERCORRIBILE IN OGNI SETTORE DEL VIVERE QUOTIDIANO.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.