La guerra e la sua energia

L’umanità è nata e si è moltiplicata grazie all’energia che ogni essere umano ha prodotto al proprio interno per pensare,costruire ed adattarsi al mondo ostile che lo circondava e lo circonda. La nostra mente è stata capace di dare forma al pensiero artistico dell’immenso Michelangelo, o dare forma e sostanza alla malvagità di Hitler. La nostra mente è la più grande sorgente di energia di questo mondo, forse seconda soltanto al Sole. E parliamo di un’essere umano rapportato ad un corpo celeste. “M’illumino di immenso”  di Ungaretti rende bene l’idea del bello che c’è in noi, come i campi di sterminio per il peggio. L’uomo, in fondo, è il tutto. Quindi non ci deve stupire se la prima sterpaglia bruciante è coincisa con la prima guerra tra uomini per possedere quella prima forma di energia che ci ha permesso di scaldarci ed alimentarci come oggi siamo abituati, almeno come principio. Il tempo, gli accadimenti e le occasioni hanno fatto il resto, sino ad arrivare al mondo contemporaneo. Le guerre, come quelle che hanno portato all’unità di Italia, al pari della conquista dello spazio, sono guerre per la sopravvivenza di un’ideale, di una cultura, di un popolo come di una specie. La vita stessa è energia. L’industrializzazione dell’occidente non a caso è concisa con la prima e poi seconda guerra mondiale, e prima ancora con le guerre coloniali peril controllo delle materie prime naturali, il cotone come il lino, ma non solo. Coprirsi per molto tempo più che una scelta estetica è stato un modo per rallentare la dispersione di calore prodotto dal nostro corpo, quindi per sopravvivere. Con queste premesse è naturale pensare e credere che, con il controllo delle forme di energia, di fatto si controlli l’umanità, che la sitenga sotto ricatto.Quando gli Stati Uniti d’America, dopo la prima e seconda guerra mondiale, al pari dell’Unione Sovietica, si sono ritrovati con in tasca le chiavi della sopravvivenza dell’occidente, cosa hanno fatto se non usare l’energia per compattarlo attorno a sè? Quindi possiamo dire che l’energia è stata la prima forma di ricatto a cui è stato sottoposto il cosidetto occidente democratico, così almeno siamo stati indotti a credere. Ma lo è veramente? Lo è come quel proprietario di appartamento dei piani bassi con le sue inferriate alle finestre, con la porta blindata e con il suo bel sistema di allarme. Libero di averpaura della propria precarietà. La guerra del Kippur ad  non è nata dall’arroganza di Israele di espandersi, con la striscia di Gaza aveva ottenuto lo sbocco al mar Mediterraneo, quello che voleva. La guerra del Kippur è nata dall’esigenza  tutta statunitense di raggiungere la quadratura del cerchio politico: allarmare il presidente egiziano Sadat, che aveva intrapreso una via autonoma in medio oriente e nel contempo fare la parte del principe desideroso di amore con la principessa Israele, non da molto staccatasi dal regno degli Urali. La quadratura del cerchio per gli USA, unico stato massone sin dalla sua fondazione. Loro, con la guerra del Kippur, erano riusciti ad essere l’unico referente per l’occidente con riguardo al petrolio. Italia a parte perchè l’ENI fu l’unica compagnia petrolifera a non essere nazionalizzata da Gheddafi, ma anzi a stringere importanti accordi economici e societari sino al 2011, quando gli USA ed i suoi alleati, con il tradimento di Berlusconi, raggiusero l’obiettivo di tagliarci da quel rifornimento di idrocarburi  ad un costo sicuramente vantaggioso per ambedue le parti, particolarmente per l’Italia, che pur possedendo nelle proprie acque ed in Basilicata , imponenti giacimenti petroliferi edi metano, al punto che la lucania è considerato il Texas di Italia peril gas, preferiamo importarlo da altri stati che lungo l’Adriatico sino allo Ionio praticamente attingono da giacimenti siti di fatto nelle nostre acque territoriali. E l’assenza o quasi di un serio piano delle fonti di energia rinnovabili. Pale eoliche, boe delle maree, pannelli solari. Anche in questi casi trovano il modo di additali quali dannosi, per i pesci come per gli uccelli. Una follia che però non li disturba mentre usano le loro auto a gasolio o benzina oppure viaggiano in aereo. L’ecoterrorismo è anche questo.  Ed è in questa chiave di lettura che possiamo trovare le risposte a questa passività, tutta italiana, verso l’invasione dei clandestini/migranti che stiamo subendo, anche con la benedizione un tantino interessata del Papa. In fondo questi comunica con Dio ma gli aerei per i suoi frequenti viaggi pastorali con il petrolio dei paesi arabie la benedizione dei vari presidenti statunitensi, con Obama in evidenza. La nostra libertà passa dalla nostra autonomia energetica, siamo o no il paese di ‘O sole mio?

Aldo A.

9 commenti su “La guerra e la sua energia”

  1. ” #Politica una massa di delinquenti fomentano le guerre per consumare armi,non aiutateli,scegliete chi non le vuole nopecoroni.it” Le guerre esistono per giustificare l’acquisto degli armamenti e del materiale bellico. La prima guerra è stata tra Caino ed Abele, poi sino arrivate la GUERRA FREDDA tra gli USA e L’URSS, poi le GUERRE CALDE nel medioriente ed in ultimo le GUERRE NASCOSTE DEL TERRORISMO. TUTTE MA PROPRIO TUTTE PER IL CONTROLLO DELLE RISORSE ENERGETICHE E PER VENDERE ARMI AI PAESI SATELLITI/AMICI, NATO O PATTO DI VARSAVIA . CON LA FINE DELLA GUERRA FREDDA …LE GUERRE SONO AUMENTATE CON LA PARTECIPAZIONE DI PAESI ISLAMICI COME L’ARABIA SAUDITA O DITTATURE COME LA CINA. ED OGNI VOLTA SEMPRE PER REPRISTINARE LA PACE. O PER SOLDI/ FONTI DI ENERGIA?

  2. Vedrete che alla fine l’attentato di Mosca è stato progettato dell’ingegnere del terrore Obama Bin Laden e dai suoi amici sauditi, Gli stessi delle torri gemelle.

  3. Da Il Giornale meno di 1 ora fa: ” La Corea del Nord avvisa Trump: ‘Siamo pronti alla guerra.’ Il viceministro
    degli esteri nordcoreano, Hang Song Ryol, manda un messaggio sinistro: ‘Siamo pronti ad andare alla guerra e a usare il nostro arsenale nucleare contro gli Usa se necessario’. ”
    GLI USA SI COMPORTANO COME CERTI PERSONAGGI DE “IL Signore degli anelli” , come fossero i signori dell’umanità. Peccato che, di volta in volta, cerchino un “nemico” su il quale riversare parte dell’arsenale ,convenzionale o meno, che oramai necessita di smaltimento perchè la garanzia di morte sta scadendo. Non affermo che il “pazzo” dittatore nordcoreanonon sia tale, peraltro sarebbe più pazzo chi gli vende (la Cina) tali arnesi di distruzione di massa. Ma allora, come nel caso della Russia con la Siria di Assad, perchè non accusarlo di possedere armi da distruzione di massa? Forse,e scrivo forse perchè la Cina ha riversato miliardi di miliardi di dollari nell’economia statunitense? Ecco che allora sorge il sospetto: non è che gli USA con i loro compari di merenda (Arabia Saudita, Qatar ect) devono tenere sotto pressine il “gregge” occidente per non permettergli di pascolare liberamente nei campi, facendo accordi ora con quello e damani chissà, con sempre nuovi “caseifici” ?
    Onestamente queste “mozzarelle al nero di seppia” provenienti via medio oriente da tempo mi sono venute a noia. Ed a voi?

  4. Da Il Giornale di mezzora fa :”Per gli Usa un’unica opzione: radere al suolo ogni base.Il blitz non può essere dimostrativo.
    Va distrutto tutto l’arsenale nord coreano per evitare ritorsioni su Seul.” ed ancora :”L’ incubo è iniziato. Oggi Kim Jong-un potrebbe celebrare il 105mo genetliaco di nonno Kim Il-sung, fondatore della dinastia rossa, mettendo a segno il sesto test nucleare della Corea del Nord. E allora il mondo farà bene a tremare. La rappresaglia promessa da Donald Trump e dal Segretario di Stato Rex Tillerson minaccia d’innescare un conflitto senza precedenti trascinando la penisola coreana nel gorgo d’una guerra senza limiti.” Ed infine:” Per annullare il rischio di una rappresaglia su Seul, sul Giappone e sulle basi Usa circostanti, il primissimo colpo deve cancellare anche le basi missilistiche di Tonghae nel Nord Est e quella di Sohae sulla costa Nord Occidentale nord coreana dove vengono testati i missili balistici intercontinentali in grado di raggiungere, potenzialmente, il territorio statunitense. E obbiettivi altrettanto obbligati sono le basi aeree delle province di Hwangju, Kusong e Wonsan da dove operano i missili a medio raggio Kn-11ed, i nuovi missili Musudan con un raggio fino a 4mila chilometri. Ma questo non metterebbe al sicuro Seul. Centinaia di missili a medio raggio su rampe mobili, spostati lungo una fitta rete di tunnel sotterranei, possono rapidamente venir portati in superficie per colpire i territori del Sud.”
    E’ STATO FACILE COSTRUIRE IL “MOSTRO” PUTIN, COME SE LA VERGINE A STELLE E STRISCE O E LA CINA DELLA VIA DELLA SETA NON LO FOSSERO ALTRETTANTO SE NON DIPEGGIO. LA REALTA’ VUOLE CHE LA CINA E’IN AFFARI CON LO STATO DI ZIO PAPERONE, CHE LA UE ? AL SUO GUINZAGLIO, CHE LA CINA COME GLI USA, USANO I LORO STATI VASSALLO PER TIRARE SU IL PREZZO, CHE TUTTI QUESTI SONO STATI “CANAGLIA” , CCHE TUTTO QUESTO SONO PARTE DELLO SPETTACOLO CHE HA COME CROCEVIA IL MEDITERRANEO,CON IL PETROLIO,IL METANO E L’ASPETTO STRATEGICO-ECONOMICO, SI CUI NOI ITALIANI,PECORE TRA I LUPI,STIAMO SUBENDONE I COSTI ECONOMICI,POLITICI E SOCIALI MAGGIORI. PIERO,NO PECORONI, DOBBIAMO TORNARE AD ESSERE AUTONOMI NELLA POLITICA ECONOMICA,SOCIALE E MILITARE SE VOGLIAMO DECIDERE DEL NOSTRO FUTURO.

  5. Mai letto tante banalità in un’unica pagina :Di Provo imbarazzo per certe persone e pena per certi argomenti trattati con un livello di istruzione da elementari. Prima di scrivere la parola “energia”, l’autore di questo blaterante articolo avrebbe almeno potuto cercare informazioni su Wikipedia. Non dico farsi una cultura seria, ma almeno una misera wikicultura. Mi piace il web. Anche chi non ha niente da dire e non sa discernere nulla, può esprimere un’opinione. Si vergogni per la sua superficialità, ignoranza e supponenza.

    1. Egregio Steno avendoricevuto una stroncatura così generalizzata non posso che rispondere che da suo pari. L’articolo,se così possiamo definirlo, parlava dell’energia che, per così dire,l’umanita ha sempre ha sempre messo nei momenti disparati. Dal poeta Ungaretti con il suo ermetismo che raggiunge il cuore in senso positivo e quel feroce tiranno, Hitler che,con la scusa della supposta superiorità di razza, voleva risolvere problemi di una crisi economica senza precedenti che anche in altri casi è stato motivo di altre persecuzioni, altri genocidi. E’ vero, sono un’ignorante ed a volte anche supponente , ma grazie anche a lei posso dire di non essere più solo. La saluto.

  6. Egregio Steno avendoricevuto una stroncatura così generalizzata non posso che rispondere che da suo pari. L’articolo,se così possiamo definirlo, parlava dell’energia che, per così dire,l’umanita ha sempre ha sempre messo nei momenti disparati. Dal poeta Ungaretti con il suo ermetismo che raggiunge il cuore in senso positivo e quel feroce tiranno, Hitler che,con la scusa della supposta superiorità di razza, voleva risolvere problemi di una crisi economica senza precedenti che anche in altri casi è stato motivo di altre persecuzioni, altri genocidi. E’ vero, sono un’ignorante ed a volte anche supponente , ma grazie anche a lei posso dire di non essere più solo. La saluto.

  7. “(ANSA) – NEW YORK, 21 MAG – Donald Trump, rivolgendosi ai leader del mondo musulmano a Riad, attacca l’Iran: ‘Sostiene il terrorismo e ha aiutato Assad a compiere atti deprecabili in Siria”, ma “arriverà il giorno che il popolo iraniano avrà il governo giusto e che merita’.”
    Trump trump marescià sembra sempre di più un’obama bin laden che è sempre stato sotto l’ombrellone. Come lui parte dal presupposto di poter mettere bocca in casa altrui con la leggerezza di un bombardamento , poi la guerra ed infine la “ricostruzione” ovviamente a stelle e strisce.L’alternativa è che abbia tra i consiglieri Soros, l’amico di obama bin laden e dei sauditi. Gli USA, la Russia ex URSS ed ora anche la Cina, seppure usando il cetriolo della democrazia in salsa cinese, libero mercato (anche troppo)in casa altrui,”democrazia alternativa” in casa loro,cercano di imporsi come coloro che “stanno dal lato giusto del fiume”. Trump si è seduto sul greto del fiume e crede di essere sul versante del giusto mail conto delle guerre a stelle e strisce nella vasca da bagno Mediterraneo sono tutte sul groppone dell’asina Italia, con i suoi mille clandestini di media al giorno. Trump trump marescià lei mi sembra come quel fiorentino che si crede americano. Anche lui sempre sul versante giusto?

  8. Dietro Gerusalemme capitale di Israele c’è un’accordo tra Trump ed i Sauditi per contrastare le mire dell’Iran e la componente più integralista dei palestinesi. Un utile bagno di sangue per pochi pochi potenti.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.