L’Italia dei Renzi,dei Prodi e…dei Berlusconi

C’è l’Italia di chi vuole revocare o annullare la convenzione con Società Autostrade, come il M5S e la Lega,ci sono poi quelli che predicano la calma ed il fare presto come il governatore della Liguria Toti. C’è poi Renzi che vuole usare le querele come i francesi  usarono la ghigliottina.Tutto questo a causa del collasso annunciato del ponte Morandi di Genova, della concessione alla Società Autostrade e di quanto andava fatto, tra lavori e controlli, ma che è stato colpevolmente disatteso. Ed ora sono finite sotto la lente di ingrandimento la privatizzazioni in puro stile Romano Prodi, noto anche per la svendita dei gioielli della I,R.I. , cassaforte di  gioielli , molti dei quali, grazie a lui, finiti in mano straniera oppure alla famiglia Agnelli e da lì nei Paesi Bassi per pagare poche tasse. Perdemmo la Italsider, la siderurgia a ciclo integrale, riconosciuta la migliore del mondo. Furono Prodi ed Amato i colpevoli di tanto scempio. Il metodo  di questi due lo ritroviamo nella privatizzazione delle autostrade italiane che avvenne nel 1994. Peccato che l’Autorità Trasporti venne costituita nel 2011, con 17 anni di  ritardo di troppo. Un vuoto giuridico e legislativo che favorì i soliti noti, tra i quali i Benetton. Nel mezzo c’è il solito “salvatore della patria” Silvio Berlusconi , che nel 2009 conferisce un bene nazionale a concessionari che possono,e vengono, rimborsati in mancanza di profitti. Immagino i festeggiamenti in casa Benetton e il ritorno ,non soltanto di immagine, per la ritrovata eleggibilità  dei giorni nostri. Maresca iniziò con  i governi di centro-sinistra del quinquennio 1996-2001 quando venne nominato direttore di un consorzio di formazione delle ferrovie  dello stato, entrò nel C.d.A. di Alitalia su indicazione dell’allora ministro Claudio Burlando e dal 1999 al 2003 ricoprì la carica di presidente dell’Autorità portuale di Trieste con Riccardo Illy sindaco di Trieste. Infine Maresca è stato consulente del sindaco di Genova Marta Vincenzi . Tutti sindaci in quota PCI/DS/PD. Una decina di anni dopo riemerge dai fondali della politica per essere da Renzi premier nominato  consigliere economico-giuridico , ovvero di accentrare le concessioni . Il professore dichiarò in una intervista, a suo tempo : ” vedo molto bene un riassetto del mercato autostradale italiano, oggi troppo frazionato, come espressamente favorito dalle più recenti ” norme europee in materia di concessioni”. E per essere ancora più chiaro ha precisato :” nel caso di imprese pubbliche ha precisato :” nel caso di imprese pubbliche la successiva privatizzazione dovrà avvenire nel rispetto delle norme e con procedure che hanno ispirato le privatizzazioni degli anni ’90”.Quelle stesse norme, procedure, con le quali ci ritroviamo una rete autostradale che macina profitti ai concessionari, ai Benetton, ed ai loro amici. A noi comunque rimangono una rete stradale datata infrastrutture datate e, come Genova dimostra , datate e pericolose.Cosa centra Renzi ?   Non era lui che ci voleva della UE non per trattato ma per costituzione?

Aldo A.

8 commenti su “L’Italia dei Renzi,dei Prodi e…dei Berlusconi”

  1. Le aziende,gli artigiani e le famiglie hanno la necessità di certezze fiscali nel periodo medio lungo.I costi della burocrazia,nazionale e locale, uccide più della mafia. L’assistenzialismo più sfrenato ha distrutto chi ha voglia di fare e favorito l’evasione fiscale ed i finti poveri.

  2. Il PD e Forza Italia di Tajani, Berlusconi è un pupazzo di cera nelle sue mani,volevano Cottarelli per consegnarci all’asse franco-tedesco e quindi alla troika.

  3. Ma guarda un po’, con l’approssimarsi delle elezioni UE anche il commissario greco allo zerbino, scusate, immigrazione, si trova d’accordo con Salvini. Sicuramente lo ha fatto per essere rieletto e non Dover lavorare per davvero.In Italia accadrà lo stesso, con tanti zerbini che ruggiranno PRIMA. DOPO gireranno a mutande abbassate e la vasellina a portata di mano.Piero vorrebbe essere nelle condizioni di avere un forcone dalla parte giusta. E voi ?

  4. L’Olanda ci vuole rimandare i clandestini che in un primo momento si erano presi, considerato che l’età avanza anche per loro oppure non servono più. L’Italia rottamaio della UE ? Ovvio e’ che i nostro governi precedenti ed i nostri europarlamentari, come il forzista e presidente dell’europarlamento Tajani, non hanno pensato al bene della nostra patria ma al ritorno economico delle lobby.SVEGLIATEVI !!!!

  5. “#POLITICA l’unione africana contro Salvini,come tanti altri ma ripeto,sono fortunati con noi sarebbe più tosta,molto di più e probabilmente poco parole se non nessuna”
    CON NOI NON VERREBBERO PROPRIO. PRIMA BERLUSCONI CON GLI ALBANESI POI LA SINISTRA CON LE COOP A FARE SOLDI CON I CLANDESTINI. C’E’ POI IL PAPA E LA SUA CARITAS. E COME DIREBBE IL GRANDE TOTO’ ” …E NOI PAGHIAMO….!! ITALIANI SVEGLIATEVI !!!!! SMETTETE DI BEELAREEEEE !!!!

  6. Da Il Giornale a proposito di sinistra del popolo :” Alitalia: ‘Niente prima fila, c’è un disabile’. Ma i posti sono per la Boldrini e il suo staff.Un imprenditore piemontese viene spostato nonostante avesse pagato l’extra.Tutte le poltrone occupate dall’ex presidente della Camera (che vola gratis)
    Aeroporto di Fiumicino, domenica scorsa, tardo pomeriggio. Duilio Paolino, imprenditore piemontese presidente della Cosmo Srl e già vicepresidente di Confindustria Cuneo, si presenta al check-in del volo 1391 Alitalia da Roma a Genova.
    E VOI A BELARE A QUESTA SINISTRA DI PAGNOTTA E MAL-GOVERNO !!!!

  7. La Francia di Macron sta fomentando in Libia per rinvigorire gli sbarchi in casa nostra. D”accordo Tajani,Berlusconi e PD e la benedizione del Papa laico Mattarella e l’anticristo Francesco. L’ obiettivo ? Cottarelli.

  8. Il governo giallo-verde ha evitato quello di Cottarelli,voluto dal PD e da Berlusconi. Berlusconi ha venduto l’Italia per la propria eleggibilità.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.