L’Italia dei kamikaze e dei clandestini

” Voglio evitare un esercito di kamikaze in Italia”

Cosi parla un ‘pentito’ della jihad che racconta i retroscena su sbarchi fantasma ma anche su persone vicine al terrorismo islamico e fa scattare il blitz dei carabinieri dei R.O.S. , nelle province di Palermo , Trapani, Caltanissetta e Brescia, con il supporto dei competenti comandi dell’arma.

Continua il pentito:” vi sto raccontando quello che so perché voglio evitare che vi troviate un esercito di kamikaze in Italia “, ha detto il pentito che da tempo collabora con i magistrati e che ha permesso di fare luce su una tratta di migranti/clandestini dalla Tunisia. L’operazione ‘Abiad’ condotta dai R.O.S. dei Carabinieri e coordinata dalla D.D.A. di Palermo , ha portato al fermo di quindici persone accusate a vario titolo di terrorismo e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

” Reati questi aggravati poiché commessi avvalendosi del contributo di un gruppo criminale organizzato impegnato in attività delinquenziali in più di uno stato” ,affermano gli inquirenti. L’organizzazione criminale avrebbe rappresentato “una attuale e concreta minaccia alla sicurezza nazionale” ,scrivono gli inquirenti della D.D.A. nel provvedimento di fermo. Gli investigatori parlano di “rischio terrorismo di matrice jihadista”. E scrivono ancora :”Sussistono significativi ed univoci elementi per ritenere che l’organizzazione in esame costituisca un attuale e concreta minaccia alla sicurezza nazionale poiché in grado di fornire a diversi clandestini un passaggio marittimo occulto , sicuro e celere che ,proprio per queste caratteristiche,risulta particolarmente appetibile anche per questi soggetti ricercati dalle forze tunisine, in quanto gravati da precedenti penali o di polizia. Ovvero sospettati di connessioni con formazioni terroriste di matrice confessionale”. Un modo un tantino ipocrita per definire il terrorismo islamico religioso. A chiosa una frase del capo dell’I.S.I.S. : ” Il martirio e la jihad è la sola via per aspirare al Paradiso”.

Una serena dormita a voi tutti che passivamente subite questa invasione a mutande calate.

Aldo A.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.