GRAZIE A MATTARELLA HAI MOSTRATO A TUTTI LA DITTATURA.

buongiorno,

Grazie a Mattarella hai mostrato a tutti la dittatura

Marcello Pamio

La dittatura in Italia è sempre più manifesta.

Nonostante il chiarissimo voto del popolo italiano alle elezioni del 4 marzo scorso, il presidente della Repubblica, il siciliano Sergio Mattarella, ha avuto l’ardire di bloccare il governo nascente facendo cadere tutto.

Il presidente della repubblica nomina i ministri proposti dal presidente del consiglio, ma non ha alcuna discrezionalità ne possibilità di controllo sulle scelte del premier. Almeno fino a ieri…

Il comportamento di Mattarella in un paese democratico avrebbe innescato un putiferio, ma in Italia si respira da anni aria stagnante di dittatura. Tutto nella norma.

I giornalisti, che normalmente dovrebbero fungere da cani da guardia dei vari poteri, sono diventati barboncini bravissimi nel leccare le mani del padrone, e nel difenderlo con penna e calamaio.

Mattarella de facto, impedendo la formazione del governo eletto democraticamente dal popolo italiano, sta andando contro il popolo, facendo sprofondare sempre di più il paese nel baratro e nell’instabilità (ma forse è proprio quello che qualcuno desidera), rischiando perfino l’incriminazione per «attentato alla Costituzione».

Ci auguriamo infatti che la magistratura, le forze di polizia e l’esercito italiano intervengano per mettere fine a questa incresciosa situazione politico-economica che ha raggiunto livelli parossistici.

Ovviamente il gesuita messo al Quirinale è una pura emanazione dei Poteri Forti, dei poteri che contano e non certo della Germania, come molti erroneamente pensano.

Dietro simili manovre non c’è la Merkel, ma la Troika (triumvirato o triade: Fondo Monetario Internazionale, Commissione e Banca Centrale Europea) e gli immarcescibili e onnipresenti banchieri.

Per Mattarella il voto degli italiani è carta igienica, contano solo i report delle agenzie di rating, il parere della BCE, FMI, Banca dei Regolamenti, ecc.

Vale per lui più una A o una tripla AAA data da una agenzia privata controllata dalle banche, rispetto al voto di decine di milioni di cittadini.

Due agenzie (Moody’sStandard & Poor’s) a livello planetario sono in grado di fare il bello e cattivo tempo, come far crollare le borse, alzare o abbassare lo spread, gonfiare o sgonfiare le bolle speculative, far cadere governi, cambiare papi, ecc.

Sono entrambe controllate dai soliti noti, dalle società più ricche del mondo: i fondi privati di investimento come Vanguard Group, BlackRockState Street e pochissimi altri.

Ecco i veri controllori!

L’establishment sta facendo di tutto per mantenere gli schiavi-sudditi europei dentro la gabbia dell’eurozona. Guai a uscirne. Questo è il motivo per cui i golpe sono all’ordine del giorno.

La minaccia esplicita del commissario europeo al bilancio Gunther Oettinger è inquietante ma al contempo indicativa: «La borsa vi indicherà chi scegliere alle urneI mercati spingeranno gli italiani a non votare per i populisti».

Attenzione il crucco non odia gli italiani (e neppure i loro soldi) ma solo i populisti. Negli anni Novanta infatti Oettinger ricevette attenzioni in Germania per via delle sue ambigue amicizie con personaggi calabresi in odore di ‘ndrangheta. Ha ricevuto in pratica finanziamenti da qualche losco furbacchione italiano. Ma sappiamo bene che pecunia non olet…

Quindi a comandare sono le borse e non i governi e ne sa qualcosa Berlusconi, il quale è stato l’ultimo presidente del consiglio regolarmente eletto dal popolo, dopo di lui solo governi-tecnici-fantocci-manovrati dall’élite, messi al potere dai banchieri internazionali per eseguire i loro programmi.

I risultati ovviamente sono sotto gli occhi di tutti, almeno di coloro che vogliono vedere.

I giornalisti pennivendoli e prezzolati, all’unisono allarmano il popolo-bue sulla pericolosità dell’uscita dall’euro. Il mantra è sempre lo stesso. Il vero pericolo è il contrario: un paese che esce potrebbe innescare una reazione a catena, tipo domino, deflagrante per il Sistema. Ecco il vero problema che farebbe saltare il giochetto: il Risiko globale.

Infine Mattarella giustifica pubblicamente la sua decisione dicendo di averlo fatto per tutelate i soldi degli italiani! Non si capisce se è serio o ironico.

Vuole tutelare i soldi dei poveri risparmiatori o regalarli alle banche che lo telecomandano a distanza?

Anche perché se fosse vero quello che dice, Mattarella dovrebbe spiegare al suo popolo dove si trovava quando sono avvenuti gli scippi di Banca Etruria, Monte dei Paschi e altri. Le banche hanno letteralmente fatto vaporizzare – sotto l’attento naso di Mattarella – miliardi di euro, rubati dai conti di centinaia di migliaia di veri risparmiatori italiani, per essere regalati agli amici degli amici. E chi paga? Come sempre il conto è di Pantalone…

Quindi eseguito l’ordine di bloccare con ogni mezzo il neogoverno, il mago del Quirinale con un Sim Sala Bim ha estratto dal cilindro il nuovo premier Carlo Cottarelli. La prestidigitazione ha dell’incredibile perché è riuscito a fare il giochetto nel giro di poche ore dal golpe. Questo fa pensare che era tutto pronto precedentemente…

Carlo Cottarelli va benissimo al Sistema, poiché uomo emanazione dell’establishment, uomo del Fondo Monetario Internazionale, uno che ha il vizietto di tagliare, e proprio per questo è chiamato «mister forbice».

Laurea in economica, master alla London School ed Economics, la scuoletta dei Rothschild che serve a sfornare economisti ad hoc, cioè esperti indottrinati al verbo ufficiale.

Cottarelli, assolutamente privo della maggioranza, votato solo dai tristissimi sopravvissuti del Pd, si presenterà in Parlamento per fare cosa? Bere un caffè o altro?

Dovrà governare il paese traghettandolo fino alle prossime elezioni? Elezioni con la medesima e scandalosa legge elettorale?

Infine viene da chiedersi: se la prossima scelta del popolo (sicuramente plebiscitaria) non coinciderà ancora una volta con i diktat del presidente-fantoccio, cosa faranno? Un altro governo delle banche e poi di nuovo a votare? Avanti così fino all’esaurimento di tutto?

 

5 commenti su “GRAZIE A MATTARELLA HAI MOSTRATO A TUTTI LA DITTATURA.”

  1. Mattarella dovrebbe essere fucilato ( ma il colpo costerebbe più della sua persona) soltanto per essersi prestato a fare un giro sul tram fiorentino del sindaco fiorentino,tale renzi il Pinocchio di Rignano. Un tram strapieno di 007 con licenza di di far ridere il mondo e far piangere quel gregge del popolo italiano.La Troika ? E’ pronto. Come e’ ancora pronto Cottarelli. Quelli del governo giallo-verde li stanno agevolando. Una bella ruspa ruspa Piero e l’Italia tornerebbe a sorridere.

  2. La Lega nei sondaggi ha superato il M5S. Ora si pone una domanda : A quando atti concreti per rimettere in moto l’Italia dopo 5 anni di delinquenziali governi Partito del Danaro e questa iniziale moina gialloverde per ridare un futuro all’Italia ? A quando iniziative Italiane contro l’assurdo e disonesto comportamento di Macron finalizzato a mettere in ginocchio l’Italia con i clandestini,far cadere il nostro governo con l’invasione di clandestini e fregarci i pozzi petroliferi dell’ENI? A Berlusconi chiedo se non si vergogna a contrastare Salvini nei provvedimenti tanto cari al centrodestra ?

    1. per me berlusconi è in uno stato vegetativo,non decide più niente ma per l’ennesima volta ha sbagliato delfino,tajani,presidente del parlamento europeo,è un pò lo specchio dell’europa,debole e insignificante,leonessa solo contro l’Italia.Intorno a lui vegliano le forzine gelmini,carfagna,bernini,io non le sopporto più,non mollano l’osso perchè sanno che senza di lui resterebbero all’addiaccio e giustamente precipitano nei sondaggi.
      Mi sa che nel governo non ci sono palle abbastanza,ad esempio con la francia bisogna essere un tir che tira dritto invece siamo solo una panda.
      Tutti stanno alla finestra,in questi giorni poi dove ci sono sentenze in arrivo.
      Salvini non sta sfruttando a pieno la sua popolarità che se dovesse varare misure significative per l’interno esploderebbe.
      Boh,vediamo un pò.
      Saluti

  3. “#POLITICA DOVE SONO I RENZI/GENTILONI/MINNITI E I COMPAGNI DI MERENDA ???ADESSO SI VEDONO I DISASTRI ,CI HANNO SVENDUTO ALL’EUROPA,DA PROCESSARE PER ALTO TRADIMENTO !!!!!!!!! ”
    FORMERANNO INSIEME A BERLUSCONI/TAJANI UN BEL GOVERNO MADE IN TROIKA. ERA ED E’ QUESTO L’OBIETTIVO POSTO A MATTARELLA. IL GOVERNO GIALLO-VERDE UNA FORATURA NEL PERCORSO LUNGO IL PERCORSO. A MENO CHE TU PIERO……

  4. Da Il Giornale di oggi :” L’idea di Salvini per fermare lo spread: ‘Meno tasse a chi investe in titoli di Stato’.Lo spread ancora a livelli record. Il governo valuta soluzioni: al vaglio la possibilità di
    detassare i contribuenti che investono in titoli di Stato italiani
    Il governo gialloverde adesso sta valutando la possibilità di detassare i contribuenti che investono in titoli di Stato italiani.”
    NON MALE QUESTA IDEA CHE PORTEREBBE,SEPPUR LENTAMENTE,AD ABBATTERE L’ESPOSIZIONE VERSO GLI SPECULATORI ESTERNI.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.