Cambiare si può

“Bisogna far tornare a girare l’economia” . E’ questo il primo concetto che oni nuovo premier esprime durante la sua prima conferenza stampa. I media si rimbalzano la notizia, vuoi per esaltarla, vuoi per ridicolizzarla. Poi l’oblio.Prendete il Papa che ogni volta parla da San Pietro o che trova l’occasione durante le sue cosiddette  visite pastorali . Lo avete mai visto, ascoltato o letto chiedere esplicitamente perdono per le centinaia di abusi sessuali perpetuati ai danni di minori o meno ? Praticamente mai in modo esplicito, qualcosina in un modo talmente generico da non rendere alcuna giustizia alle vittime ed ai loro famigliari. Eppure in questi giorni c’è stato il caso di padre Zanotti , fondatore di Oasi , un’organizzazione che riceve milioni per occuparsi di rifugiati ma lui lì impiegava per darsi alla bella vita, auto di lusso e donnine allegre. I luoghi di culto, va ricordato, sono oggetto di un regime fiscale privilegiato non certo per questi accadimenti.Poi ci sono le coop che fanno la cresta sui 35 euro, che ora sembra vogliono ridurre, per ogni singolo migrante a cui si devono aggiungere i fondi  per le diverse  forze di Polizia e forze armate, sino ad arrivare agli enti locali. A Benevento la Prefettura aveva affidato 770 clandestini/migranti Malaventum di Paolo Di Donato, che per questa attività incassava 30 mila euro al giorno dallo stato per accoglierli nelle sue 13 strutture. E doveva andare bene l’attività se poteva postare la foto dove lo si poteva ammirare  all’interno della sua Ferrai o Porsche , oppure sul suo motoscafo dalle pari di Capri.E’ inutile precisare lo stato fatiscente delle strutture e la qualità dei NON servizi prestati. E tutto questo accade ogni giorno, al nord come al sud e nel resto dell’Italia. Un’affare colossale per loro, un baratro finanziario che equivale ad almeno due finanziarie correttive. E dopo l’immigrazione clandestina voluta fortemente dal PD passiamo alla riforma Madia, anche lei del PD e del giglio magico. La riforma del Corpo Forestale dello Stato che avrebbe dovuto portare un risparmio di 100 milioni in 3 anni con l’assorbimento degli inevitabili esuberi tra i vigili del fuoco   e l’Arma dei Carabinieri. Un presunto risparmio che si sta rivelando un costo di diversi milioni annui, anche per i ricorsi a valanga vinti dai ricorrenti e delle spese legali. ma non solo. In Sicilia si è passati da una spesa di gestione di 2,5 milioni del 2016 ai 50 milioni previsti in contabilità nel 2018. A volare più che i mezzi di soccorso sono i costi. E per finire in bellezza c’è il C.N.R. , il polo della ricerca italiana,dove operano 8.164 dipendenti , almeno a leggere gli ultimi dati disponibili nel 2015 , per poi scoprire che sono non meno di 8.400 di cui non meno di 8.087 quali dirigenti , funzionari ed impiegati amministrativi o meno. Questi possono veramente dire di aver “ricercato” il lavoro e di averlo trovato non senza qualche sana raccomandazione. il C.N.R. ci costa non meno di 855 milioni per lo sviluppo di 50 brevetti della cui redditività abbiamo qualche dubbio. Quante volte avete ascoltato o letto discorsi nei quali il ministro della Salute parlava dell’eccellenza sanitaria  che pure esiste ? Ma forse si riferiva al capitale umano e non tecnologico considerato le morti per l’impossibilità di avvalersi di strumenti avanzati tecnologica   che pure sono presenti a macchia di leopardo sul territorio nazionale che genera una forma di turismo molto particolare. Quello sanitario,  con regioni che “dimenticano” di compensare pecuniariamente l’emergenza pianificata.Quanto in precedenza scritto sono alcuni esempi dove una gestione economica, politica  e sociale non da operetta di avanspettacolo avrebbe dovuto trovare, troverebbe, le risorse per tagliare le tasse da usuraio e non avrebbe subito l’invasione dei clandestini semplicemente perché non avrebbe  mai firmato certi trattati ed accettato di spalancare il portone in cambio dello sforamento del debito che poi comunque dovremmo pagarcelo noi. La Grecia con i suoi incendi sono lì a ricordarcelo.

Aldo A.

4 commenti su “Cambiare si può”

  1. “#POLITICA adesso Salvini deve guardare ai barchini e velieri che arrivano in Calabria,Puglia,Sardegna.E’ la stessa importanza che c’è sui barconi nel Mediterraneo,POCHI MA TANTI VUOL DIRE NUMERI IMPORTANTI!!! ”
    Il grande Totò affermava : ” E’ la somma quello che da il risultato.” E il risultato è quello che vediamo camminando per le vie, utilizzando i mezzi pubblici e leggendo le graduatorie per l’assegnazione degli alloggi popolari,la pensione sociale.Loro sono sempre in maggioranza. Il ghetto lo stanno costruendo per noi, per i nostri figli e per l nostri pronipoti che saranno OSPITI in casa propria. Un segnale può essere l’asse FI-PD per un loro eventuale governo.

  2. Da Il Giornale un’articolo di Il Giornale a proposito di immigrazione clandestina e di nuove vie per invaderci :” Aggirano i blocchi ai confini: ecco la nuova via dei migranti.
    I clandestini entrano in Italia imboccando i sentieri che partono dalla Slovenia. Poi si cambiano gli abiti nei boschi. La mossa del Viminale per fermarli: blindati tutti i confini a Est.
    ‘Dopo mesi di cammino sono arrivato alla fine del bosco. Lì c’era un piccolo centro abitato così ho chiesto: ‘In che Paese siamo?’ e mi hanno risposto: ‘In Italia’. Ero davvero felice, avevo raggiunto la mia destinazione’.
    IMPERATIVO :LE FRONTIERE BLINDATE E RIMPATRI VELOCI,VELOCISSIMI, E SEQUESTRO DEI BENI PER FARCI RIMBORSARE DEI COSTI DA SOSTENERE !!!

  3. Il reddito di cittadinanza, così com’è strutturato, riguarderà non soltanto i cittadini italiani ma anche i cittadini comunitari ed extracomunitari e nella migliore delle ipotesi non meno di 8-10 miliardi.Tutti i parassiti del mondo ai stabilizzeranno in Italia e le casse dello stato saranno come il deserto dei tartari. Qualunque legge, se scritta male e pensata peggio, ci porterà la troika e milioni di clandestini o sfaccendati della UE. Dare sostegno a Piero è un DOVERE per tutti noi.

  4. Da Il Giornale di stamattina la prova che esiste un piano preordinato di questa sostituzione di popolo. Certo non si compirà domani ne tra 5 anni ma che tra 10-15 anni ne assaporeremo i frutti amari del nostro genuflettersi :”Bimbi a lezione dai migranti: ‘Così indottrinano i nostri figli’.
    Ad Arco (Trento) i bimbi delle elementari hanno incontrato dei richiedenti asilo. Ira di genitori e Lega: ‘La scuola fa politica’.
    L’immigrazione è un tema divisivo. Difficile. Potenzialmente scoppiettante. Oggi gli elettori sembrano più interessati ai movimenti migratori che ad altri argomenti.”
    NOI SPALANCHIAMO I PORTONI E COSTRUIAMO MOSCHEE. LORO ASSAPORANO IL MOMENTO DI QUANDO NOI DIVERREMO MINORANZA PERSEGUITATA. SONO UN FOLLE ? VEDREMO.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.