I VACCINI E LE AFFERMAZIONI PARANORMALI.

buonasera,

I vaccini e le affermazioni paranormali
Marcello Pamio – 4 giugno 2017
Venticinque anni fa nasceva a Padova il poco noto (per fortuna) Cicap, il Comitato per il controllo delle affermazioni sul paranormale.
L’associazione è formata dalla creme della creme della Scienza con la esse maiuscola e da coloro che difendono a spada tratta il Sistema, il paradigma, cioè l’establishment.
Immaginiamoli come gli avengers smascheratori dei ciarlatani e protettori delle lobbies.
L’elenco dei soci pubblicato nel sito ufficiale è più che esauriente per comprendere il quadro: Piero Angela, Massimo Polidoro, Silvio Garattini, Luigi Garlaschelli, Steno Ferluga, Piergiorgio Odifreddi, il mago Silvan, Paolo Attivissimo e Salvo di Grazia del sito Medbunker e pochi altri.
Nel corso degli anni il nome è stato stranamente edulcorato e adattato ai tempi diventando Comitato Italiano per Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze!
Come mai questo cambio di intestazione: da paranormale a pseudoscienze? Per una associazione non si tratta di un passaggio banale il cambio di intestazione.
Hanno dovuto farlo perché nel corso degli anni le affermazioni sul paranormale le stanno veicolando loro stessi e gli attuali massimi responsabili dell’establishment medico-scientifico?
Ecco qualche esempio che forse spiega meglio.
Partiamo dal dottor Giorgio Palù, presidente della società europea di virologia intervistato da Il Mattino. Già il titolo è inequivocabile: «i vaccini sono meno pericolosi di un pasto quotidiano».
Naturalmente il grande luminare spiega scientificamente che «un bambino a tre mesi possiede già un sistema immunitario efficiente per rispondere allo stimolo e che all’interno di questi 12 vaccini sono contenuti poco più di 20 componenti antigeniche purificate».
Mentre denuncia che durante un pasto quotidiano «siamo esposti a più di mille antigeni diversi».
Della serie si rischia di più mangiando un normalissimo pasto piuttosto che inoculare in un neonato di 60-90 giorni di vita virus più o meno attenuati, metalli tossici come idrossido di alluminio, antibiotici vari e cellule fetali.
Non è da meno il direttore dell’Istituto Superiore di Sanità, l’ex attore Walter Ricciardi, il quale al Corsera dichiara che i casi di effetti collaterali gravi generati dai vaccini riguardano 1 caso su 1 milione di bambini. Spiegando scientificamente anche lui – esattamente come il Palù – che «è molto più facile essere eletti in Parlamento che avere un danno da vaccino».
E poi gli stregoni sono i medici omeopati!
Ringraziamo di cuore il dottor Ricciardi per queste importanti informazioni tecnico-scientifiche perché tenendo conto di tutti i bambini danneggiati da tali farmaci e quelli che purtroppo ci saranno in futuro con le nuove imposizioni, i genitori potranno fare un partito politico ed essere eletti in Parlamento senza raccomandazioni…
Tali affermazioni al limite del paranormale fanno ben comprendere qual è l’attuale livello della scienza. Scienza che «non è democratica». Ricordatelo.
Ad affermare che «la scienza non è democratica» è sempre la creme della creme, in questo caso i due virologi più famosi e intervistati d’Italia: Roberto Burioni e il Giorgio Palù visto prima.
La domanda che sorge spontanea è come mai le due menti eccelse della Scienza ufficiale ripetono all’unisono nei media che «la scienza non è democratica»?
Ci stanno per caso dicendo che siamo in una dittatura tecnocratica? E’ una logica conseguenza: se non c’è democrazia si è in dittatura!
Tutta la scienza vive e prospera nel confronto aperto e libero, nel dibattito sano privo di preconcetti e strumentalizzazioni (economiche e politiche). Dal confronto libero la scienza esce sempre vittoriosa. Perché allora non è democratica?
Forse sono proprio il Palù e il Burioni di turno che desiderano la dittatura perché godono quando la censura viene usata dal Sistema preferendo schiacciare il pensiero libero e autonomo perché hanno una paura folle del confronto. Non essendo in grado di sostenere un confronto serio e scientifico preferiscono annientare quello che per loro è il nemico: la libertà.
Sanno benissimo che le cose che dicono stridono con la realtà, con la Vita stessa!

“Non smettete mai di protestare;
non smettete mai di dissentire,
di porvi domande, di mettere in discussione l’autorità,
i luoghi comuni, i dogmi.
Non esiste la verità assoluta.
Non smettete di pensare.
Siate voci fuori dal coro.
Siate il peso che inclina il piano.
Siate sempre in disaccordo perché il dissenso è un’arma.
Siate sempre informati e non chiudetevi alla conoscenza
perché anche il sapere è un’arma.
Forse non cambierete il mondo,
ma avrete contribuito a inclinare il piano nella vostra direzione
e avrete reso la vostra vita degna di essere raccontata.
Un uomo che non dissente è un seme che non crescerà mai.”
Bertrand Russell

Un commento su “I VACCINI E LE AFFERMAZIONI PARANORMALI.”

  1. Chi non si pone domande, chi vive di certezze preconfezionate non cerca LA verità ma soltanto UNA VERITA’ plausibile. E loro vivono di quello che la NOSTRA PAURA produce.

Rispondi