ECCO UN BEL LISTONE DI VACCINI RITIRATI.

Buongiorno,
Vaccini ritirati dal commercio
By Archimede on 30.01.17 17:35 | Permalink | Commenti (0)
In questo documento una lista di alcuni vaccini ritirati dal commercio.

Ritiro lotti Medicinale Meningitec Nuron Biotec BV sita in Olanda Sospensione Iniettabile In Siringa Preriempita
In riferimento alla segnalazione della ditta Nuron Biotec BV sita in Olanda e al Rapld Alert della Germania del 24/09/2014, concernente presenza di corpo estraneo color arancio rossastro identificato come ossido di ferro e acciaio Inossidabile, In alcuni lotti del medicinale MENINGITEC SOSPENSIONE INIETTABILE IN SIRINGA PRERIEMPITA AIC 035438062; si comunica ai sensi dell’art. 70 del D. Lvo 219/2006 e per la motivazione sopra evidenziata, il ritiro volontario della ditta Nuron Biotec BV, dei lotti sotto riportati. Resta inteso che, nelle more del ritiro, i lotti non potranno essere utilizzati. La ditta Nuron Blotec BV dovrà assicurare l’attivazione delle procedure di ritiro entro 48 ore dalla ricezione della presente comunicazione. Il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute è invitato a verificare presso la Società Regulatory Pharma Net s.r.l. sita in Pisa Corso Italia 108, la sopracitata attivazione delle procedure di ritiro e inoltre, vorrà anche verificare che tali comunicazioni siano state spedite a tutti i destinatari del medicinale sulla base dei dati di commercializzazione. In caso di mancato adempimento, da parte della ditta interessata, procederà al sequestro dei lotti.
LOTTI INTERESSATI AL RITIRO
G76673 scad.09/2014; H20500 scad. 11/2014; H45452 scad.02/2015; H45457 scad. 02/2015; 155457 scad. 09/2016; J70483 scad. 09/2016; H994S9 scad. 06/2015; HS2269 scad. 06/2015; J01106; J01114
Circolare italiana del 26.09.2014
http://www.ordfarmpd.it/attachments/1799_8997.pdf
http://www.farvima.it/Ritiro-lotti-Medicinale-Meningitec_FARVIMANEWS0510.htmlAIFA comunicava il 28 settembre 2014 la notizia
http://jedasupport.altervista.org/blog/wp-content/aifa-ritiro_lotti_meningitec.pdf
http://www.retenews24.it/rtn24/sanita/allarme-aifa-per-medicinale-per-bambini-contiene-ossido-ferro-quale/
Comunicato del 13.10.2014 http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/ritiro-vaccino-meningitec-13102014
Comunicato del 16.10.14
http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/ritiro-cautelativo-di-lotti-dei-vaccini-meningitecComunicato del 23.10.14 http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/esito-riunione-della-cts-del-21-23-ottobre-2014-sul-ritiro-cautelativo-di-lotti-del-vaccino-
http://www.agenziafarmaco.gov.it/sites/default/files/Esito_Riunione_CTS_del_21-23_ottobre_Meningitec.pdf

Ottobre 2012 ritiro di lotti di vaccini Infanrix Hexa in 19 Paesi del Mondo, ad esclusione dell’Italia (l’esavalente attualmente utilizzata nel nostro Paese), per sospetta contaminazione di un batterio.
I ritiri avevano riguardato alcuni lotti, nessun lotto fu ritirato in Italia.

Nel file sono riportate le indicazioni dei lotti interessati
https://www.facebook.com/notes/autismo-danni-da-vaccinazioni-e-malasanita/infanrix-hexa-lotti-di-vaccino-ritirati/371110262968191

Nel file sono riportate ulteriori informazioni che hanno interessato il suddetto vaccino negli ultimi mesi.
https://www.facebook.com/notes/autismo-danni-da-vaccinazioni-e-malasanita/vaccinazione-esavalente-cosa-dobbiamo-sapere/443408442405039

Pertanto anche in tali Paesi il vaccino Infanrix Hexa viene ancora utilizzato.

I nostri dubbi sono i seguenti:
– il vaccino viene prodotto negli stessi stabilimenti;
– nella normalità i controlli vengono eseguiti prima dell’immissione di qualsiasi prodotto.

MENINGITE RITIRATI VACCINI PER NEONATI A CAUSA RISCHIO DI CONTAMINAZIONE
Meningitis vaccine for babies recalled over contamination fearsFONTE: http://www.thetimes.co.uk/tto/health/article1883301.ece26 Febbraio 2009 Times On Line.

Traduzione

L’ente di controllo per il farmaco in Gran Bretagna (watchdog) ha autorizzato il ritiro di 21.000 dosi del vaccino Meningite C utilizzato per immunizzare i bambini a causa del rischio di contaminazioneI farmaci comprendono una parte di 60.000 dosi singole ordinate dal Ministero della Sanità come parte di un programma di vaccinazione sulla Meningite C (MenC) per tutti i bambini compresi fra i e tre e quattro mesi di età .“I lotti interessati del vaccino, che è venduto sotto il nome commerciale MENJUGATE, sono stati consegnati dal produttore, Novartis vaccini, nel mese di gennaio e febbraio. Finora 21.000 dosi sono stati inviati ai medici di base e cliniche.”Il Dipartimento della Salute ha detto che non aveva ricevuto segnalazioni di reazioni avverse tra i bambini sottoposti al vaccino MenC , né ora né in passato.L’MHRA e Novartis hanno assicurato che il ritiro è puramente precauzionale e non vi è “alcuna prova” che il vaccino sia contaminato o comporti un rischio per la salute.”Quando i genitori portano i loro figli a vaccinarsi, è indispensabile che essi siano fiduciosi sul fatto che il vaccino è sicuro,” ha affermato Andrew Lansley, Segretario del Ministero Della Salute ( Sezione Shadow* cellula del governo preposta alle interrogazioni e dubbi inchieste etc..). “Mi auguro che i ministri provvederanno a fornire rassicurazione il più rapidamente possibile”.Novartis, che produce il vaccino in Italia, ha detto di aver scoperto tracce di Staphylococcus aureus (…) nel solvente (inteso come soluzione) di ALLUMINIO IDROSSIDO, in cui il vaccino è sospeso, durante le prove eseguite su altri flaconcini , test fatti allo stesso tempo, ed inviati per via aerea alla Gran Bretagna, invece di seguire percorsi di spedizioni via terra, come erano soliti fare.Il batterio Staphylococcus Aureus è associato con l’avvelenamento del sangue e infezioni della pelle.L’ufficio stampa di Novartis,a quanto si dice, è stato messo a conoscenza della questione il Lunedi. Tuttavia è stato il Martedì precedente che la società ha contattato L’Agenzia per la regolamentazione dei prodotti medicinali e sanitari (MHRA), ammettendo i problemi e dicendo che volevano ritirare il restante vaccino.L’MHRA ha emesso un avviso di allerta farmaco alle farmacie alle 6:30 della scorsa notte, con più di 48 ore di ritardo.Un portavoce dell’MHRA ha dichiarato al Times Online che sembra che l’invio del vaccino all’interno della cabina pressurizzata potrebbe avere causato l’espansione del contenuto dei test in fialetta , consentendo all’agente contaminante di entrare.”Ulteriori indagini sulla la causa del fallimento sono in corso da parte della società. Attualmente non vi è alcuna prova per dimostrare che ci siano dei rischi per i bambini “, ha riferito l‘Ente per il controllo del farmaco (Watchdog).”I campioni testati che non hanno superato la prova della sterilizzazione facevano parte di uno studio non di routine, intrapreso dalla società e non rientravano nel mercato di prodotti del Regno Unito”.Finora, si ritiene che circa un terzo dei 60.000 flaconcini siano stati distribuiti dai magazzini di stoccaggio agli ambulatori dei medici in tutto il paese.Non si sa quanti bambini sono stati finora vaccinati con dosi contaminate da questi lotti.Un portavoce del Dipartimento di Salute ha sottolineato che il ritiro è stato a scopo preventivo e che non era a conoscenza del fatto che alcun bambino avesse manifestato una reazione avversa al vaccino. “Adesso i due lotti britannici saranno sottoposti a ulteriori test per consentire il confronto e trarre conclusioni. I risultati saranno disponibili nel giro di pochi giorni “.

“Tutti i lotti di vaccino che sono entrati nel Regno Unito hanno superato tutte le prove, tra cui quelle della sterilizzazione “, ha detto un portavoce del Dipartimento della Salute.”Se le persone hanno ricevuto di recente questo vaccino e sono interessati, si rivolgano al proprio medico di famiglia o al di NHS Direct (Dipartimento della Salute)”.

Il Meningococco del gruppo C è un tipo di batterio che può causare la meningite e la setticemia. Il vaccino MenC non protegge contro la meningite causata da altri batteri o da virus.

Novartis è stato il principale fornitori di vaccini per il Dipartimento della Sanità della Gran Bretagna fin da quando è iniziato il programma di vaccinazione MenC nel 1999.Tutti i neonati viene somministrata una dose di vaccino MenC all’età di tre o quattro mesi. A 12 mesi di età si sono sottoposti ad una combinazione di vaccino Hib (Haemophilus influenzae Tipo B) e MenC.Il Dipartimento della Salute ha detto di non essere a conoscenza di alcun precedente problema riguardo alla sicurezza del vaccino MenC.Novartis ha rilasciato una dichiarazione la scorsa notte dicendo: “stiamo collaborando con le autorità di governo, compresa la MHRA e il Ministero italiano della Salute, per ritirare i due lotti di Menjugate Kit distribuiti nel Regno Unito”.Ed ha proseguito: “Stiamo investigando su un test di sterilizzazione risultato positivo riguardo ad un lotto di solvente di IDROSSIDO DI ALLUMINIO che è stato utilizzato per l’imballaggio di due lotti di Menjugate“.”Il lotto riguardante il solvente ha superato tutte le specifiche di distribuzione, l’esemplare identificato è stato individuato nel corso di una ricerca particolare.”

Nessuna della società era disponibile questa mattina per l’approfondimento della dichiarazione.

COMMENTO:

MENJUGATE il vaccino prodotto in Italia dalla Novartis è utilizzato all’ASL n. 3 Umbria, come si può desumere da questa comunicazione ad opera del dipartimento di prevenzione della citata Asl Link: intraweb.asl3.umbria.it/www/sitro/…/Meningite%20per%20medici.pd…

Il vaccino meningococcico coniugato , Menjugate , è costituito da un oligosaccaride del gruppo C meningococcico coniugato con la proteina Corynebacterium diphtheriae (l’agente che causa la difterite), CRM-197 (Cross Reacting Material).Il vaccino meningococcico coniugato contro il sierotipo C di Neisseria meningitidis non protegge contro le infezioni meningococciche causate da altri tipi di batteri meningococcici (A, B, 29-E, H, I, K, L, W-135, X, Y, o Z, anche non tipizzati). Inoltre il vaccino non garantisce la protezione completa contro le infezioni causate dal sierogruppo meningococcico C.I vaccini coniugati contenenti la proteina Cross Reacting Material (CRM 197) non devono essere considerati come agenti immunizzanti contro la difterite.

MORUPAR
Ai seguenti link trovate un lavoro del 19.04.2012 dell’avvocato Roberto Mastalia che ha condotto una vera e propria indagine in merito a questo vaccino che ha danneggiato il figlio.

http://blog.libero.it/OrizzontiLontani/view.php?ssonc=80960120

http://www.emergenzautismo.org/content/view/1033/84/

BREVE STORIA DEL VACCINO MMR E DEL MORUPAR

a). 1990: Viene ritirato dal commercio in Canada il ceppo virale denominato URABE AM9 in quanto ritenuto responsabile di un numero di cd “reazioni avverse” superiore alla norma.

b). 1991: Nonostante quanto accaduto in Canada, l’italiana Biocine Sclavo (nel frattempo acquistata dalla Chiron e successivamente divenuta Novartis) inizia la commercializzazione del Vaccino trivalente MMR MORUPAR (antimorbillo, antipertosse, antirosolia) contenente il predetto principio attivo URABE AM9.

c). 1992: L’agenzia Europea del farmaco, su segnalazione del Ministero della Salute inglese, ritira dal commercio i vaccini trivalenti MMR PLUSERIX della Smith Kline & Beecham ed IMMRAVAX contenenti il medesimo principio attivo URABE AM9. Negli articoli della stampa italiana dell’epoca si evidenzia come altri due vaccini contenenti il medesimo principio attivo URABE AM9 – MMR MORUPAR prodotto da Biocine Sclavo (joint venture tra Istituto Sclavo e Chiron Corporation) e MPR TRIMOVAX prodotto dalla Merieux – per il momento non sarebbero stati ritirati ma sottoposti ad attenta osservazione e ad accertamenti per verificarne la dannosità.

d). 1993: Il Giappone decide dapprima il ritiro dal commercio e dalla somministrazione del vaccino MMR MORUPAR ritenuto, evidentemente, dannoso e quindi la sospensione di tutte le vaccinazioni MMR.
Nonostante ciò, il Ministero della Sanità italiano e l’AIFA non ritengono di avere sufficienti prove della dannosità del vaccino visto e considerato che non prendono alcun provvedimento. E’ probabile che il protrarsi di tale “negligenza” sia dovuto al fatto che, a partire dagli anni ’80 l’Istituto Sclavo era stato acquistato dall’ENI divenendo un punto di eccellenza dell’ENICHEM, all’epoca società a partecipazione statale, che forniva vaccini anche alle Forze Armate italiane.
Negli anni successivi il vaccino viene via via ritirato da altri paesi rimanendo commercializzato, tra i paesi maggiormente industrializzati, solo in Italia grazie al “colpevole silenzio” di chi doveva essere deputato al suo controllo. La scarsa farmacovigilanza dei paesi sudamericani ed asiatici, nei quali il vaccino continuava ad essere somministrato, ha fatto passare sotto silenzio i problemi arrecati dallo stesso fino al 2004 quando la situazione degenera.

e). 2004: nel mese di agosto il Brasile interrompe la somministrazione del vaccino MMR MORUPAR in seguito a quello che il giornalista del New York Times definisce “…un numero inaspettatamente alto di bambini che hanno ricevuto gravi reazioni allergiche in seguito ad un programma sperimentale di immunizzazione…”. Nell’articolo in questione il giornalista statunitense, al fine di tranquillizzare i propri lettori, sottolinea che il vaccino “…è venduto solo in Italia, Asia e Sud America, ma non negli Stati Uniti d’America…” .
E’ proprio in questo anno che, secondo quanto riportato dall’AIFA all’atto del successivo ritiro, iniziano a pervenire una serie di segnalazioni di “maggior allergenicità” del MMR MORUPAR rispetto ad altri vaccini omologhi.

f). 2005: nel mese di dicembre l’AIFA diffonde tra gli operatori sanitari un’informativa tesa ad aggiornare il profilo di sicurezza del vaccino MMR Morupar che, si ricorda, era già stato messo sotto osservazione nel 1992!

g). 2006: Finalmente, nel marzo 2006 l’AIFA comunica il “…divieto di vendita con ritiro dal mercato di Morupar…”. Al fine di mascherare le reali motivazioni che hanno portato al ritiro del prodotto e quindi le proprie gravissime responsabilità per l’innegabile negligenza dimostrata in 14 anni oltre che per prevenire la proliferazione delle cause di indennizzo e di risarcimento danni, l’AIFA giustifica tale provvedimento con “…una maggior frequenza di segnalazioni di reazioni allergiche con Morupar rispetto ad altri prodotti analoghi utilizzati in Italia.”. L’inconsistenza di tale motivazione appare palese a chiunque sia dotato di sufficiente raziocinio; se il vaccino non fosse stato riconosciuto palesemente più dannoso della norma non sarebbe stato certo ritirato (come accade tuttora per altri vaccini) col rischio di subire una causa da parte della casa farmaceutica!

h). 2010: Il 24 ottobre, come riportato dal Sunday Times, le autorità sanitarie inglesi sono costrette ad annunciare che il vaccino MMR avrebbe provocato il decesso di 40 bambini ed oltre 2.100 gravi danni tra i quali: due gravi danni cerebrali; 1.500 danni neurologici tra i quali 11 encefaliti e 13 casi di epilessia e coma. In realtà, tali dati corrisponderebbero solo al 10% dei casi.

Considerato che ogni anno in Italia nascono circa 550.000 bambini e che circa il 95% di questi viene vaccinato, ciò significa che in 14 anni circa 7 milioni di bambini (più i richiami) sono stati vaccinati con un prodotto che avrebbe potuto (e dovuto) essere bloccato sin dal 1992!

http://www.agenziafarmaco.gov.it/sites/default/files/bif060276.pdf

http://www.xapedia.it/medicina/vaccino-morbillo-parotite-rosolia/10729-il-vaccino-morupar-ritirato-dal-commercio

Ritirato vaccino influenzale Prefucel
http://www.saluteme.it/news/salute/2326-ritirato-vaccino-influenzale-prefucel.html

Due vaccini ritirati in Giappone
http://it.euronews.com/2011/03/07/due-vaccini-ritirati-in-giappone/

Ritirate 172.000 dosi vaccino Pandermix a causa di reazioni allergiche superiori alla norma
http://youtube.googleapis.com/v/RJRHJlfbLOQ&fs=1&source=uds&autoplay=1

Divieto di utilizzo lotti di Menveo polvere per soluzione iniettabile
Il provvedimento è stato disposto, a seguito della segnalazione della ditta, concernente escursione dai limiti dei controlli in process durante il processo di fermentazione.18 APR – Si trasmette il provvedimento dell’AIFA concernente il divieto di utilizzo dei seguenti lotti del medicinale “MENVEO polvere per soluzione iniettabile”, della ditta Novartis Vaccines Srl:

M10094 scad. 02/2013;
M10105 scad. 01/2013;
M10141 scad. 02/2013;
M11039 scad. 08/2013.
http://www.ilfarmacistaonline.it/federazione/articolo.php?articolo_id=8475

Il vaccino esavalente Hexavac è stato ritirato nel 2005. Tra l’altro esiste una sentenza che condanna lo stato al risarcimento danni causati dal vaccino Hexavac! Nel 2004 il vaccino trivalente Priorix MPR ( ci risiamo con un vaccino combinato morbillo-parotite-rosolia) viene ritirato dal mercato. Il vaccino per il rotavirus ha una storia molto controversa, fra ritiri dal mercato e allarmismi vari resta uno dei più sospettosi.

Vaccino acelluvax ritirato dal commercio con Decreto n. 800.F.1D/RM D3 del 29 marzo 1996

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/1996/04/05/096A2216/sg

Qui un dossier redatto da un papà che ha un figlio danneggiato dal vaccino per la pertosse acelluvax, ritirato misteriosamente dal mercato senza una motivazione valida!
http://www.tuttosteopatia.it/wp-content/uploads/ce09296261ffee093daf04d53b36f532.pdf

E di mercurio non ne conteneva poco! 25 Mercurio (1)mcg/dose http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-a8848ec1-06af-47db-bead-950842d7e1bd.htmlBugiardino
http://www.salus.it/farmacopea/f2538.html

1992 Ritiro vaccino trivalente Pluserix parotite, morbillo e rosolia
dell’ azienda produttrice: SMITH KLINE AND BEECHAM. sospetti di effetti collaterali per il ceppo virale ” Urabe Am9 ” , presente nel composto medico.

http://archiviostorico.corriere.it/1992/settembre/16/ritirato_vaccino_trivalente_insicuro_co_0_92091617405.shtml

Currently 5/512345
Rating: 5/5 (1 votes cast)

2 commenti su “ECCO UN BEL LISTONE DI VACCINI RITIRATI.”

  1. “Nonostante ciò, il Ministero della Sanità italiano e l’AIFA non ritengono di avere sufficienti prove della dannosità del vaccino visto e considerato che non prendono alcun provvedimento. E’ probabile che il protrarsi di tale ‘negligenza’ sia dovuto al fatto che, a partire dagli anni ’80 l’Istituto Sclavo era stato acquistato dall’ENI divenendo un punto di eccellenza dell’ENICHEM, all’epoca società a partecipazione statale, che forniva vaccini anche alle Forze Armate italiane.
    Negli anni successivi il vaccino viene via via ritirato da altri paesi rimanendo commercializzato, tra i paesi maggiormente industrializzati, solo in Italia grazie al ‘colpevole silenzio’.”
    L’itaglia che raglia è la patria delle autorità deputate al controllo,ma quando il controllatoed il controllante hanno il medesimo PADRE (lo stato) ecco che avviene tutto questo. Se poi si ha la fortuna (per chi?) di avere una ministra come la lorenzin, mamma spot vaccino dell’anno,ecco chetutto viene chiarito all’italiana maniera, il silenzio dello stato e quello delle innocenti vittime che non hanno voce sui media.
    QUESTO ACCADE IN STATI DOVE IL POPOLO E’ SENZA VOCE COME NELLE DITTATURE DOVE STATO E MUTINAZIONALI SONO UNITI DA UN’UNICO PROGETTO: IL POTERE, CHE PUO’ ESSERE POLITICO E/O ECONOMICO.
    PIERO ED I NO PECORONI SPAZZERANNO VIA TUTTO QUESTO MARCIUME !!!!

  2. ” #Salute son riusciti a creare allarmismi sulla meningite,i dottori dicono che non c’è da preoccuparsi, ma telefonano nopecoroni.it”
    Gli allarmismi generano paura,la paura porta a scelte non consapevoli. I vaccini fanno suonare l’allarme all’antifurto del corpo umano che genera gli anticorpi,le difese.Tutto bello? No,perchè più di uno ci lascia le penne ma chissà perchè quando a morire è un no vaccinato la notizia è nei titoli di testaa dei TG ed in prima pagina dei giornali.Quando a lasciar le penne è un vaccinato tutto passa sottosilenzio o quasi. Le multinazionali nelle quali sono presenti anche le case farmaceutiche finanziano di tutto ed i suo contrario.Un modo come un’altro per agevolare il silenzio di chi avrebbe il dovere di parlare.

Rispondi