LA PIGRIZIA

Buonasera,
finora gli italiani sono stati troppo pigri in riguardo ai fatti della politica ma ora i tempi sono cambiati e di parecchio,in questo momento la pigrizia uccide.Se pensate di continuare così,non intervenendo in modo pesante nella cacciata di tutti i politicanti e i relativi partiti e movimenti,il baratro vero sarà molto più vicino e la risalita impossibile.Non mi riferisco solo a certe categorie di persone ma a tutte,dai ricchi ai poveri,dai giovani ai vecchi,dagli uomini alle donne,dai laureati a quelli del diploma minimo a tutte insomma.
Vi chiederete come può succedere,dal lato pratico,una simile rivoluzione,può succedere con i numeri,con poche palle di neve non si riuscirà a schiantare un simile sistema ma con una valanga certamente si,anche se non è la neve di tutta la montagna ma solo una parte,basta.
Guardate cosa sta succedendo in questi giorni,scandali di tutti i tipi,corruzione,ladrocini,scorrettezze politiche,menefreghismi sui regolamenti,di tutto e di più.Ci stanno riempiendo di clandestini portandoci ad una guerra civile,forse è meglio.E’ mai possibile che poche persone che si alzano ubriachi al mattino possano decidere la vita di tutti?Voi ci siete?Io ho bisogno di numeri poi il resto viene da solo.
Ormai ci stiamo saturando,la rabbia monta e dobbiamo dargli libertà,lo scoppio!!!
Se siete troppo pigri state seduti al fresco,quando il caldo arriverà e vi soffocherà sarà troppo tardi.
Auguri!!!!!!!Ne avete bisogno a tonnellate.

Un commento su “LA PIGRIZIA”

  1. La pigrizia politica,o meglio il delegare agl’altri l’incombenza di doverci mettere la faccia,è un tratto distintivo dell’italiano medio.E’l’Europa che ce lo chiede,è la straordinarietà del momento,l’emergenza clandestini che non ci permette una logistica migliore,e così via.
    Ogni volta l’affanno di trovare una scusa ma mai una sana pianificazione delle risorse disponibili e provvedimenti che la cassa economica,e non politica,ci permette.

Rispondi