Il Perchè

Buongiorno,
da diversi mesi ho in mente questo progetto,ho aspettato questi giorni per organizzarlo per diversi motivi:
la speranza che cambiasse qualcosa,in meglio,nel panorama politico e civile del nostro paese
la speranza che qualche persona più autorevole di me si proponesse per il cambiamento.

Niente di tutto questo è successo perciò voglio propormi, in tutta umiltà,a tutte le persone che mi leggono appartenenti a tutti gli schieramenti politici e non,che si sentono impotenti nel cambiare le cose in questo povero “paese”destinato allo sfascio e che sentano l’equità, la giustizia, il convivere sociale,l’onestà, la correttezza come valori primari che si stanno esaurendo. Il titolo del sito già denuncia la situazione in cui ci troviamo, siamo degli zombi alla mercè di quelle poche persone che governano il mondo e che ogni giorno danno l’indirizzo del nostro destino ed il nostro paese fa parte di questo gioco al massacro. Bisogna svegliarsi e riprendersi la nostra sovranità prima di tutto. Il sito vuole essere un punto di aggregazione e riferimento per chi vuole realmente e non con le parole, cambiare le cose in tutti i campi del nostro vivere, da quello politico a quello salutistico,sportivo ecc.Non perchè certe persone vengono elette (e non)debbano decidere indiscriminatamente il viver nostro,la buona fede degli elettori non deve essere carpita.

Io ho una certa età,non ho sete di potere ne di soldi e quindi potrei stare tranquillamente al mio posto,senza spendere denaro e tempo e senza crearmi patemi di vario tipo ma quello che sta succedendo da noi(e purtroppo non solo)il mio io non permette che il tutto passi senza reagire e che chiuda anche gli occhi.Se poi tutto questo,sfortunatamente,non avrà seguito,mi convincerò a lasciar perdere tutto e ognuno sarà schiavo del proprio destino.
Il sito non ha la formula di forum o blog o altro,sarebbe troppo dispersivo adesso,magari in secondo tempo,si accetteranno opinioni che poi,se interessanti,prenderò spunto e pubblicherò.Le mie idee,per ora, non verranno pubblicate e nessuno quindi le saprà, c’è già troppa gente che parla e promette cose che poi non manterrà.Spero che in questo scritto traspaia quello che ho in mente, sono da prendere a scatola chiusa,solo io.Rifaccio il mio appello:lasciate perdere i partiti,i movimenti e quant’altro,non risolveranno mai i vostri problemi,soprattutto quelli dei figli,sono in troppi a decidere,in Italia già due persone al potere sono troppe,i fatti lo dimostrano.Gente che non faranno mai leggi contro,aiutati anche dai giornali che danno più risalto e spazi a notizie futili più che a notizie importanti.Vi dico solo che i vostri desideri(che sono poi quelli di tutti)saranno esauditi.Ci vorrebbero decine di libri per denunciare tutte le cose che non vanno in questo paese,non ne dirò neanche una, ho solo in mente il rimedio.
Per chi conosce un poco di mondo può solo confermare che l’Italia e gli italiani sono i migliori al mondo ma sono governati dai peggiori politici del mondo,questo deve finire e c’è un solo modo,che leggendo il mio scritto avrete intuito.Gente che non ha mai lavorato che sono stufo di vedere in tv a blaterare e a mettere tasse impoverendo tutti.(Ho lavorato per più di 40 anni)
Spero che chi legge possa parlarne con altra gente e convincerla a seguire questo progetto,se sono persone oneste,perchè penso che i disonesti,i furbetti,i delinquenti,i corrotti,i truffatori,non si trovino a loro agio in questo sito.
QUESTA E’ L’UNICA E ULTIMA OCCASIONE CHE AVETE PER CAMBIARE L’ITALIA,sta a voi decidere.

Avete un’opinione a riguardo? Che ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

62 pensieri su “Il Perchè”

  1. Buonasera, allora quando cominciamo a mandare a casa tutti questi zozzoni che non fanno altro che riempirci di tasse ed extracomunitari rendendoci il secchio della mondezza dell’europa. Si perché è questo che siamo diventati, l’unica nazione costretta ad accogliere e tenersi tutti i clandestini provenienti da ogni dove, le altre nazioni europee se ne sbattono le palle rimettendoli sui treni e rimandandoli da noi.
    In questo momento il pericolo è triplicato per via dell’ebola e della minaccia Isis, le coste africane sono piene di gente pronta a salpare verso le nostre coste per letteralmente invaderci e nessuno farà niente per impedirlo; cosa dobbiamo aspettare?
    Facciamoci sentire, riprendiamoci il nostro paese; non siamo più liberi di camminare per le nostre strade senza sentirci stranieri in patria.
    Italiani svegliatevi, o sarà troppo tardi quando lo farete.

    1. buonasera,
      il tuo sogno è anche il mio e chissà di quanti altri,le ultime notizie dicono che in Libia ci sono due milioni di futuri clandestini pronti all’invasione appena il tempo migliora,bene,ringraziamo alfano,renzi & c.nonchè l’europa e chi vuole tutto questo magari anche gli usa ecc.ecc.
      Io sono pronto,spero in questo progetto e sto cercando di farlo conoscere.Se mi aiutate……..
      Tutti in galera e poi chissà cosa,delinquenti traditori,occhio per occhio quindi…………
      saluti

    2. Dobbiamo smettere di piangerci addosso e far pesare il nostro voto quand’è il momento ,coordinandoci tra noi.Loro vedono,da cani,il nostro “prosciutto” voto e dobbiamo costringerli ad ascoltarci con fatti concreti.

      1. buonasera,
        si può aspettare il voto o anche no,dipende da quanti siamo.Ammettendo di arrivare al voto se non sfruttiamo l’occasione organizzandoci nei modi giusti per creare un governo capace e senza compromessi un’altra possibilità può essere già la fine totale.Io sono pronto e oggigiorno col web si può arrivare dappertutto ma anche con l’aiuto di tutti.
        saluti,per ora si può dire molto e altro no vediamo in seguito.

    3. Qua non si tratta soltanto di mantenere un sacco di inutili analfabeti, delinquenti e potenziali terroristi. Si tratta di conservare la nostra cultura, stile di vita e, sopratutto, il nostro partimonio genetico. Non vogliamo il meticciato. Non vogliamo islam a casa nostra. Non vogliamo che la nostra societa’ diventi un cocktail di razze e culture. Ne abbiamo di cultura, storia e arte da vendere. Qua si tratta di difendere la nostra cultura e le nostre radici dai comunisti, dalla sinistra traditrice, dai burocrati di Bruxelles e dal imam Imbroglio che sta distruggendo la nostra Chiesa.

  2. Bello, ma non ho molto da attendermi, sono d’accordo ma l’ultimo che ha provato a rovesciare il calzino romano, si chiamava Junio Valerio Borghese, ed è stato ammazzato con un caffè al veleno…..queste serpi sono lì nella loro cesta, protetti dai padroni d’oltreoceano e hanno più mezzi di quanto possiamo immaginare. Se avessimo un tessuto sociale serio, potremmo muovere le montagne, ma settant’anni di veleni inoculati da mamma rai, hanno prodotto generazioni intere di inetti, parassiti, budini e merdacce! Su cento italiani, ne cavi cinque buoni, il resto è merda, MERDA, sentite cosa vomitano i focolarini, alla Caritas, nei centri sociali, tra i gruppi di rimbambiti impasticcati da discoteca, andate ad ascoltare le merdate che sboccano nelle sedi dei sindacati o ai Lions tanto radicalshick col portafogli in Svizzera e le frottole a sinistra….cosa vogliamo fare? Riusciamo a cambiarli? Li dobbiamo combattere? È come? In uno contro venti, come i parà della folgore nella Sirte? E i padroni americani? Se ci mettessimo a fare pulizia, pensate che si limiterebbero a sgomberare le loro basi in Italia e fare ciao ciao? Io ho solo una convinzione, che il malato Italia da solo non si rialza più o vengono i cinesi a comprarci in massa, o i russi….oppure faccio come mio fratello, scappo in Giappone e mi rifaccio una vita in un paese serio, almeno do una speranza di futuro per mia figlia. Abbiamo perso la guerra settant’anni fa, ringraziamo il Vaticano i comunisti e gli angloamericani

    1. buongiorno,
      tutto giusto e sono d’accordissimo,anzi ci sarebbero da aggiungere molte altre cose ma bastano quelle scritte,mi sono messo in questa avventura dopo averci pensato e ripensato,aspettandomi anche critiche feroci ma ha avuto il sopravvento il mio senso di giustizia ed equità forse perchè ho una certa età e mi sono permeato di questi valori,vedere a che punto siamo arrivati e vedere che non c’è la possibilità di cambiare questo stato di cose è stato troppo e ho fatto il passo.Ho aggiunto anche la parte che riguarda la salute per aiutare chi ha bisogno e,impresa ardua anche questa,per far aprire gli occhi a chi crede solo che la medicina ufficiale sia l’unica,che le multinazionali del farmaco facciano beneficenza anzichè fare di tutto per tenere le persone ammalate perennemente ecc.ecc.Io sono impegnato in altri due progetti,uno culturale ed uno di denuncia,non ho moltissimo tempo ma cerco di trovarlo per scrivere qualcosa di interessante.Certo bisogna scrivere sulle “uova”come si dice la mano non devo calcarla più di tanto,ma come già scritto,chi legge deve interpretare.Lei è molto pessimista e ne ha tutte le ragioni,io spero che arrivati ad un certo punto,ci siano tante persone decise,abbastanza per mettere in campo qualcosa per cambiare,in qualsiasi modo.
      saluti

  3. io direi di agrapparci per primo a qualcosa e poi bastonate a questa M… che non e neanche politica

    si deve fondare ik nuovo partito dei V-U =VERI UOMINI

    1. buongiorno,
      come già scritto non pretendo di avere un seguito di milioni di persone ma migliaia si,la maggior parte degli italiani è gente che non reagisce,sono pecoroni,quindi la battaglia la si può vincere in pochi non come partito perchè è una parola che non vorrei più sentire ma come movimento.
      saluti

    2. i V.U. esistono , basta semplicemente scoprirli e farli aderire ad un progetto serio che abbia la sola finalità di spazzare via l’attuale sistema , processarlo con pene senza sconti e la confisca dei loro beni bancari e immobiliari, sostituendo l’odierna classe politica con persone non aventi condanne passate in giudicato, nè avere pendenze civili o penali collegate direttamente all’interesse della collettività, e che sottoscrivano un atto notarile in cui si impegnano a rispettare il vincolo di mandato politico e l’agenda governativa con accettazione della clausola che prevede l’immediato impeachment davanti ad apposita corte popolare e la conseguente perdita della carica

  4. Ho appena letto la lista degl’immobili messi a disposizione a Firenze e dintorni,vi sono una villa alle porte di Firenze e 12 appartamenti a ponte di mezzo,zona dove le case non le regalano.Penso a quelle famiglie di italiani separati dallo sfratto e penso “perchè dare ad altri cose di cui avrebbero bisogno italiani dopo anni ed anni di tasse pagate senza chiedere nulla? Poi penso che non c’è nulla di peggio che far sentire il politico di sicuro di essere rieletto.

  5. Quello che dici è tutto vero ma bisogna creare dei gruppi di aggregazione reali; il blog è un punto di partenza ma bisogna andare oltre. Sarebbe un sogno che in ogni comune si possa organizzare un luogo vero dove condividere i propri pensieri. Molte persone non sono abituare a pensare ma sotto sotto vivono una continua insoddisfazione. Tutto ciò porta sconforto e limita fortemente le comunicazioni. Dobbiamo ricreare la comunità e non una società basata sull’ individualismo.
    .

    1. buonasera,
      c’è un’indifferenza nella gente che mi spaventa,verso tutto.Come già scritto vorrei che tanta gente aderisse al progetto e poi si potrà prevalere sugli altri perchè di pecoroni l’italia ne è piena.Sto vedendo anche a livello locale come la gente preferisca stare in poltrona a commentare piuttosto che agire,certo,si ritorna sempre al detto:”ogni popolo ha il governo che si merita”ma del popolo fa parte anche gente diversa e che merita qualcosa di più.Sto cercando di andare incontro alla gente insoddisfatta e pigra offrendo loro la possibilità di usare un clic per appoggiare chi ha voglia e non altro.Con internet è facile oggigiorno,ma bisogna svegliarsi dal coma e pensare.Io potrei anche fregarmene della situazione in cui ci troviamo ma,francamente,non resisto a stare calmo,le ingiustizie che ogni giorno vedo non me lo permettono.L’italia (che non scrivo più con la maiuscola)si può cambiare ma non con i partiti e si può in poco tempo,scandali tutti i giorni,corruzione di tutti i tipi,gente che piange e che si suicida,siamo nelle mani di delinquenti patentati insensibili a queste brutture.Tanta gente,soprattutto gli anziani,sono letteralmente indifesi,non bastano più i nostri delinquenti ma li importiamo anche,chiaramente dico che facilmente si può cambiare questo status,ma serve un appoggio ed è quello che voglio.Non facciamo paragoni assolutamente sbagliati con grillo ed altri,questo è qualcosa di diverso non basato sulle dichiarazioni ma sui fatti.
      Per ora grazie e saluto.

    2. Umberto, io faccio parte di un progetto del genere, l’unico in cui credo, a-politico, e attualmente senza guida. Ne vogliamo parlare ?

  6. Cosa si può fare per realizzare qualcosa di concreto per discutere realmente e non dietro un pc? Esistono in qualche zona di Italia gruppi che stanno creando (o cercando di creare) un’ associazione o qualcosa di simile che affronti questi problemi?

    1. buongiorno,
      che io sappia non ci sono gruppi attivi eccetto i soliti che comunque non disdegnerei pur di cambiare,sto cercando di interessare gente per arrivare ad un certo numero poi si potrà.Per ora il pc va bene appunto per capire se ci sono tante persone interessate,faccio pubblicità del sito anche su twitter,vedremo un pò.Certo ci vorrebbe anche più tempo ma cerco di trovarlo.Spero di interessare soprattutto i giovani che non hanno presente e neanche futuro,lo capiscono?
      Grazie e saluti

      1. I giovani non sono al corrente del proprio futuro proprio perchè anche i genitori sono disorientati; da una mancanza prospettiva. Una società (si può parlare di societò?) senza un orizzonte prima o poi finirà. Ritornando ala comunicazione con il PC adesso và bene ma bisogna coinvolgere più persone possibili e dopo si deve fare il grande passo nel creare (come dicevo in precedenza) gruppi reali in ogni comune (dobbiamo partire dalle piccole realtà e poi ingrandirsi). La strada è lunga in quanto negli ultimi trentanni il sistema ha trasformato i cittadini in consumatori e basta.

        1. buonasera,
          ho anche chiesto visibilità ma nessuno ha voluto,troppo scomodo.Per questo che un berlusconi proprietario di media non doveva scendere in politica.In altri paesi,più seri,non succede,per forza,la potenza mediatica è devastante.Spero che la gente apprezzi questo sforzo e batta un colpo.Andiamo avanti.

      2. Piero, io posso darti un validissimo aiuto e mi propongo di collaborare con te. Ho molta carne al fuoco e potrei dare uno slancio non indifferente al progetto che tu sogni , che è anche il mio sogno. Sono già attivo sul territorio . Credici e scrivimi o accennami di essere interessato

      3. Piero, c’è un’idea molto attiva e stanno nascendo gruppi, anche se pochi al momento, che condividono i tuoi stessi obiettivi. Io ne faccio già parte e sono uno dei coordinatori. Ne parliamo ?

  7. Dobbiamo andare avanti; purtroppo le persone non sono consapevoli di quello che gli accade perchè è troppo passiva. La classica risposta è sempre quella: tanto non ci possiamo fare niente. Perchè non possiamo fare niente? Eppure l’ Italia ha lottato per essere unita e adesso? La TV ha condizionato a tal punto le menti che a volte mi domando: possibile non ci sia uno scatto di orgoglio per uscire da questa insulsa società? Ogni giorno ci viene detto che dobbiamo crescere; per arrivare dove? La crescita infinita dove la maggior parte del mondo è povero. Ci riteniamo paesi civilizzati? Stiamo attraversando un periodo di grande cambiamento e purtroppo non sappiamo cosa ci porterà (forse come quello che sta accadendo alla Grecia?).

    1. buonasera,
      infatti la gente è in uno stato comatoso e per risvegliarla bisogna insistere e punzecchiarla,la speranza c’è,ma quanto tempo ci vorrà?Non solo la tv ha condizionato ma anche uno stile di vita che va dallo sballo all’incuria di se stessi.E’tutto sbagliato,si,dalla crescita infinita con l’obiettivo del soldo alla perdita dei valori basilari,non possiamo scrivere trattati su tutti i mali che ci infestano,ma sappiamo quali sono ed è per questo che bisogna raggiungere certe posizioni per tagliare tutti i vincoli che ci ammazzano e per aiutare la gente che soffre.Non critichiamo la situazione mondiale attuale,dobbiamo superarla e passare ai fatti,tutti insieme appassionatamente.

  8. Pensi che la situazioni attuale degeneri fino al momento in cui si sarà raggiunto il limite oltre il quale bisognerà o ci saranno costretti a tornare indietro? Ammetteranno il loro sbagli? O continueranno a perseverare?

  9. Credo che entro giugno si dovrà pur fare qualcosa,la Germania ha iniziato le manovre di accerchiamento politico-economico dell’Itala, i prossimi ad essere presi di mira sui conti pubblici saremo noi.renzi (volutamente minuscolo) con la storia di banca Etruria ed altre ha dimostrato di non essere che un pupo in mano a chi controlla il mercato economico-finanziario e la Germania,e stati economicamente satelliti,useranno il bail-in come un’ordigno nucleare tattico sulle banche italiane,ma non solo,per asservirci definitivamente a loro.Berlusconi ha fallito,troppi cortigiani pronti a tradirlo,verdini troppo esposto con banca Etruria per non fondare l’ennesima scialuppa per il pinocchio di Rignano ed alfano è stato da subito il suo zerbino.Entro fine anno chiunque voglia contrastare questo marciume dev’essere pronto per entrare in campo,altrimenti questi non li schiodiamo più.

  10. Oggi,leggendo alcuni quotidiani on line mi sono reso conto che la maggior parte della gente cosiddetta “informata” non conosce la reale situazione dell’italia (in minuscolo visto da chi da anni viene rappresentata),non tanto economicamente ,di per sè già abbastanza tragica, ma dall’arroganza del potere per il potere fine a se stesso,di coloro che si sentono politicamente immortali al punto di non dire: “scusate,dopo 3 governi fatti passare per tecnici,dove non avendo compreso cosa bisognava fare,abbiamo fatto il gioco di chi poteva permetterci di rimanere sulla giostra politica,e sperare in un’altro giro.”Due presidenti della repubblica,tanto attivo il primo nnelle sue arroganti iniziative,quanto ininfluente il secondo, rinchiuso com’è nel ripostiglio del Quirinale.Ecco,in questa situazione,non vi è speranza per i nostri giovani di rimanere in Italia,a costruirsi il futuro.E’ per loro che dovremmo costruire i presupposti per un terremoto elettorale.

  11. Caro piero,ogni tanto,tra un commento e l’altro leggo anche i commenti nella finestra di twitter ed oggi ho letto quello in cuihai scritto #saluteun brasiliano l’uomo più vecchio,131 anni,l’ha scoperto l’inps brasiliana,a 91 anni una figlia senza viagra http://nopecoroni.it
    A noi ci fanno ingozzare di medicine,di vaccini,di cibo precotto ricchi di grassi idrogenati,ci mandano in vacanza in quell’infernale mese di agosto e ci tocca sciropparci questa classe politica di parassiti che passano il tempo a costruirsi la loro fondazione su misura.Solo per questo dovremmo scrivere e gridare no pecoroni sino allo svenimento e continuare a farlo sino a quando non li abbiamo mandati nel cassonetto della storia.Saluti.

  12. Ci sono momenti in cui bisogna smettere di pensare ed agire.La via è comunque segnata, l’Italia ha bisogno di una “scossa” ,troppo cibo precotto l’ha portata ad essere quel che diventata.

  13. Hai ragione Aldo c’è bisogno di una scossa ma possibile che gli italiani non si accorgono del vero stato dell’ Italia? Fanno finta di non vedere? Così è forse peggio. Per agire ci vuole coordinazione e creare dei gruppi di incontro. Qui è la parte difficile. Come si puo’ passare dalla ‘teoria’ alla ‘pratica’?

    1. buongiorno,
      si può passare dalla teoria alla pratica,ho già pensato,ma la cosa più importante è reperire qualche migliaia di persone,non tantissime,poi il gioco si farà più caldo e qualcosa si farà.L’indifferenza,che ho toccato con mano,è la colpa principale,non solo verso la politica.Tutti demandano agli altri come se loro vivessero sul pianeta 9,una cosa incredibile ma vera.La cosa disdicevole è che peggiora sempre di più e per quello dico che non bisogna essere in tantissimi.Gli altri sono pecoroni.La passività della gente è inquietante,di fronte a qualsiasi cosa,basta guardarsi in giro per vedere le oscenità che ci propongono e nessuno fiata,tanto meno le cosidette opposizioni che blaterano ma di fatti niente.
      Questi politici sono fatti tutti della stessa pasta,marcia.Ritornando a noi,si può fare,con gente incazzata e decisa,almneo quella che resta.
      Io insisto,vediamo cosa succede,intanto pubblico,anche ora,sul sito notizie di salute e di truffe,anche queste cose la gente le capirà?
      Sono veloce ma ci sono.
      Saluti

  14. Ci sono anch’io. Non vedo l’ ora che questo torpore collettivo finisca ma credo sia necessario un evento piuttosto traumatico. Il primo sarà quello della ribellione della natura con effetti disastrosi del clima. Che ne pensi?

    1. Penso che nel mio piccolo,che non basta,stia facendo qualcosa,un passo importante sarebbe quello,quasi impossibile,di partecipare ad un talk,avevo inviato una domanda in tal senso,naturalmente nessuno si è fatto vivo,un fatto traumatico,come dici,potrebbe essere la faccenda clandestini,banche e la somma di altre cose,vediamo,se arriva l’occasione non mi tiro indietro.Cerco anche attraverso twitter(Piero)di far pubblicità al sito,certo che il tempo non basta mai,ma vado avanti con le orecchie tese.
      Saluti

  15. A quanto vedo siamo veramente in pochi ma, cerchiamo di fare in modo che altri ci seguano, parliamone con gli amici, nei bar, quando incontriamo persone che non conosciamo e che comunque, alla fine si parla di politica.
    Usiamo i mezzi tecnologici che abbiamo a disposizione ma, ricordiamoci che parlare direttamente alle persone, fargli capire alcune cose, farli riflettere e, forse cambierà qualcosa.
    Propongo di scambiarci i numeri di cellulare per poterci sentire tra di noi, magari con qualcuno siamo vicini e non lo sappiamo.
    Potremmo incontrarci e, all’incontro portarci degli amici per coinvolgerli.
    Carissimo Piero se non diventiamo una bella folla, un movimento attivo, non riusciremo a far sentire la nostra voce.
    Ti propongo di iniziare a proporre un argomento e, sentire delle proposte nostre in merito.
    Inizia con strozzitalia (equitalia) la discussione su quest’argomento mi sembra interessante.
    Dobbiamo fare in modo che questo sito venga visto a tante persone, anche se non si iscrivono ma, che almeno trovino interessante seguirlo.
    Vorrei sapere cosa ne pensate delle mie proposte.
    Un saluto a tutti

    1. E’ vero,non siamo in tanti,purtroppo,però non così pochi,secondo le statistiche che vedo e che ho sia sul sito che su twitter (piero)(che uso per far conoscere il sito),giusta l’idea si scambiarvi il cellulare(io,per ora,devo star fuori),giusto anche il fatto di incontrarci ma aspetterei un pò più di gente che ci segue,le discussioni si possono fare con un blog a parte nel sito,per ora si può dialogare in commento agli articoli.
      Dobbiamo “oliare”un pò la macchina sperando in tempi brevi.

  16. Il renzi dice che a dicembre inaugura l’A3? Dicembre di quale anno? Ci sono ancora km che ancora non sono stati appaltati quindi come fà a dirlo?
    Forse lo può far credere a chi stà in casa in pantofole ma non a chi la percorre ogni giorno.

    1. Esattamente il 22 dicembre la vuole inaugurare,non sa quello che dice perchè non sa cosa sia quell’autostrada e se l’ha mai percorsa.L’autostrada se la sono divisa le varie cosche e gli appalti passano da loro che poi non devono finire mai perchè fonte di guadagno.Il solito pinocchio come già scritto con un twitter(piero)
      saluti

  17. Che il pinocchietto l’abbia percorsa ho i miei seri dubbi.

    Comunque la realtà è diversa da come l’hai descritta tu.

    Ho aperto, ieri una pagina facebook il nome è italianinopecoroni, tanto per rimanere in tema, diffondilo, credo che la gente segua più fb che questo blog solo per pigrizia

    Ciao

    1. Arnaldo la politica,togliendo le preferenze, ci ha tolto l’unica arma che avevamo.Le liste bloccate e gli studi statistici fanno si che il renzi-no verrà candidato in un collegio sicuro,e come lui altri verranno candidati in altrettanti collegi sicuri. La conoscenza,l’informazione, il rendere pubblico le oscenità politiche di questa classe politica,corrotta ed al soldo dei grandi finanziatori delle loro campagne elettorali,riconducibili a multinazionali,banche e lobby,questo noi possiamo e dobbiamo fare.Non sarà facile ma dobbiamo provarci.

  18. Io sono pronto all’azione ed ho già in mente un modo per “pubblicizarci” e creare consenso tra la gente… Bisogna essere un centinaio per il primo atto che porterà altri ad arruolarsi.Come ci organizziamo?

    1. tutti quelli che hanno idee e proposte sono ben accetti,da oggi chi è d’accordo,in modo anonimo,può cliccare su VOTE in prima pagina del sito,da 234 in poi e vediamo cosa succede.

  19. Vorrei sapere in che zone D’Italia vi trovate. Io al nord, Lombardia. Bisogna iniziare con cose piccole che creino il consenso tra le persone e gli facciano caire che possiamo risolvere noi i problemi. Vi enuncio la mia idea: nelle mie zone c’è un centro sociale di delinquenti che devastano la città e continuano ad occupare e il sindaco leghista come tutti, dopo campagne elettorali basate sulla sicurezza, ora che ha la poltrona non può fare nulla…allora noi dovremmo andare nel centro occupato e “agire”. Altro consenso cercando di “ripulire” le zone centrali piene di spacciatori e delinquenti, che come sempre fanno quello che vogliono. Riuscendo in un 100naio di persone a risolvere questo problema potremmo diventare di più ed espanderci in altre città per risolvere concretamente i problemi delle persone…sarebbe una reazione a catena di consensi e di espansione del nostro movimento… Se non ci eliminano prima…dobbiamo trovare mezzi non controllati per discutere e vederci. L’unico modo è di persona. Se volete scrivere le zone di dove siete e dovremmo capire per ora quanti siamo? Arriviamo a un centinaio?

    1. Anch’io mi trovo al nord.Quello può essere un braccio armato,che agisce inizialmente in modo indipendente dal movimento,questo con più persone deve puntare più in alto.Ormai tutto è sotto la lente di polizia,polizia postale e quant’altro,non so se avete un’idea di come sono organizzati,la Russia di Breznev,dilettanti.Comunque,tutto può essere svolto alla luce del sole poi si vedrà.
      Voglio vedere quanti cliccano su VOTE se il movimento si ingrossa tutto può succedere e questo è un APPELLO UFFICIALE!!!!!!!!!!!
      Restiamo in contatto,ci si può vedere.

  20. l’unica speranza ormai sono i militari che vanno in tutti i luoghi in cui si dovrebbe goevrnare e senza preavviso o processo uccidono all’istante politici e dirigenti pubblici

  21. Se si vuole “uccidere” un politico basta toglergli il consenso elettorale e,per questo,basta diffondere lo schifo che ha combinato attraverso i forum ed i social che egli stesso utilizza per farsi propaganda.Più siamo,più l’azione è ridondante.

    1. come già scritto,in politica non è facile sbarazzarsi di qualche vecchio marpione,esce da una parte ed entra dall’altra,sai che schifo!!Questa gente ha mille vite altro che i gatti,il modo per i rientri si basa sempre su accordi o azioni illegali e schifosi.
      saluti

  22. Lallo i militari non sono la speranza,e lo dico a ragion veduta,ma l’ultima carta da giocare.La maggior parte delle persone si lagna in attesa delle successive elezioni dove stendere la mano per l’elemosina elettorale.Piero dobbiamo far conoscere il “nopecoroni”
    facendolo uscire dall’anonimato,anche scrivendo sui forum dei giornali citando nopecoroni.it ,facendogli avere quella visibilità che merita.Piero hai iniziato un valido progetto da far uscire allo scoperto quando la gente sarà all’esasperazione,quella vera.

    1. per ora scrivo su twitter e nei commenti agli articoli sui giornali,ho mandato richiesta di partecipazione a talk,ma tutti zitti.
      Quando ho l’occasione anche su altro.

  23. Per dareuna speranza a chi s’affaccia alla vita,per chi nella vita si è incamminato e cerca un percorso da condividere,per chi ha camminato molto e si è ritrovato al punto di partenza,per chi ama incamminarsi nei meandri del bosco degli accadimenti,per coloro che vogliono vivere e condividere con altri la gioia di incidere nel cambiamento,perr coloro che sono stanchi di vivere una vita da circo,tra saltimbanchi,clown e trapezisti della politica degl’annunci. Ci sono tanti perchè nel volerti stare accanto Piero in questa tua esperienza.

  24. “Sono convinto al 100 per cento che i controlli al Brennero possono essere ancora evitati, se l’Europa lo vuole e introduce veri controlli lungo i confini esteri dell’Unione” e poi “Il messaggio,ha sottolineato, deve essere chiaro:non dobbiamo più creare false aspettative, ma aiutare sul posto.” Questo ha detto il ministro degl’esteri austriaco.Alfano li va a prendere a domicilio mentre l’austria afferma che devono essere aiutati a casa loro.E’tutta qui la differenza tra i pecoroni che seguono gli alf-ano ed i nopecoroni che ha in testa Piero. Ed è con questo spirito si deve andare avanti.Aprite gli occhi o ve li apriranno i nuovi padroni,quelli che non vogliono manodopera a basso costo ma schiavi,quelli vogliono dirvi cosa e come mangiare,quelli che vi imporranno i vaccini per la noia ed il sorriso.Non sarà facile ma l’Italia è in cancrena ed il tempo rimasto non è così tanto come credono in tanti.

    1. in Austria sono abituati a ragionare per logica in fatti reali e per onestà,non ci arriveranno mai a capire perchè in italia si decidano certe cose contro gli italiani e a favore di delinquenti,qui si fanno arrivare migliaia di clandestini che non dovrebbero non per scopi umanitari ma solo per far soldi e per questo IO sospetto che certe persone al governo che favoriscono queste decisioni abbiano la loro parte in chissà quale parte del mondo o mediante prestanomi,per non parlare della complicità con gli scafisti o chi li paga,quindi pure complici degli assassini del mare.L’italia è un altro mondo,austriaci,capitela!!!!!!!!!!!!!Come dico sempre,la colpa è degli italiani non tanto di quelli che sono al governo,gente senza scrupoli e che non vengono mai puniti.

      1. Il tuo sospetto è fondato, io credo che i paesi ricchi del medio oriente a regime islamico siano finanziatori occulti dei governi di sinistra e che siano soprattutto finanziatori delle moschee è sicurissimo

  25. 2 tweet di Piero: “#politica bagnasco incassa per tre anni da cappellano,4 mila € (nostri) al mese, sprechi infiniti,tagliamoli subito!! nopecoroni.it
    e poi:”bonus anche a studenti extra,avete ancora dubbi sul fatto che renzi preferisca il mondo agli italiani?nopecoroni.it ”
    Ecco 2 “perchè” bisogna smetterla di piagnucolare,chiedere l’elemosima pre e post elettorale,scodinzolare davanti al prete che vuole dirti cosa fare ma senza però imitarlo altrimenti non ce ne sarebbe più per loro.In una parola :dobbiamo smettere di essere PECORONI!!! E se cerchiamo ne abbiamo altre centinaia per dire NOPECORONI…

  26. Fa impressione vedere l’Italia degli anni 50, senza merda di Negri e adoratori di Al,a ben dur, in giro, solo italiani con la 600 acquistata a rate, o con la vespa, con quattro persone a bordo.
    Non bastano parole e scritti. Occorre una rivoluzione vera. L’Italia non fu fatta dai comunisti di merda, vigliacchi e assassini, ma da pochissime persone di coraggio.
    Occorre liberarsi da 2 milioni di comunisti e da circa 1 milione di preti, di Francesco, prete di merda e papa simoniaco. Questo è difficile perché siamo senza soldi e i signori si spartiscono miliardi con la scusa di aiutare negroni fannulloni, ladri e assassini.
    Dobbiamo mandare via le donne che si danno ai mussulmani, sperando che lo abbiano più lungo e duro e non sanno che diventano schiave peggio che a Roma, senza diritti salvo quello di essere stuprate ogni giorno e spartite in comunione con altri, coperte da capo a piedi perché le arabe e le negre fanno schifo!
    Occorre ricordare che gli arabi sono plurimiliardari e contro il potere del denaro e’ difficile combattere. Ma non impossibile. Lo provano i nostri martiri e i nostri avi che hanno combattuto Federico, gli invasori tedeschi con le loro potenti armi contro il nostro moschetto 91.

    1. Donato ci dobbiamo riprendere sora Italia con qualunque mezzo possibile e o dobbiamo fare per noi ma anche e soprattutto per i nostri figli che rischiano di essere ospiti indesiderati a casa propria!!

Rispondi